Anche Scamarcio al "Shangai Film Festival"

di admin

Tredici titoli italiani selezionati per il Festival del cinema cinese. Grande soddisfazione per i cinefili italiani e per chi, fin dal primo momento ha creduto nel progetto di Si può fare, uno dei film in gara allo Shangai Film festival. La pellicola è stata apprezzata dalla critica e dal pubblico allo scorso Festival di Roma e continua la sua ascesa verso il successo. In concorso anche  Dodo Fiori con il film La strategia degli affetti. Le due opere saranno visionate dalla giuria presieduta dal regista Premio Oscar Danny Boyle.

"Si può fare" tra i film in gara

Il film, presentato alla scorsa edizione del Festival del Cinema di Roma, merita di essere visto e apprezzato. La tematica è delicata, tanto quanto lo è l’intelligenza di chi a fatica riesce a sopravvire nella società: i malati di mente. Nello gestisce questo gruppo inventandosi un impego per loro. Cercando nelle loro personalità caratteristiche che possano renderli operativi e utili al gruppo. Tant’è che diventano lavoratori creativi dotati di una certa originalità. Il film di Giulio Manfredonia tratta la tematica con un leggero tocco di drammaticità e un filo di comicità. Si può fare appare, così, agli occhi dello spettatore un film comico, che fa riflettere. La pellicola è in concorso, che successo sia!

Artisti in vetrina

Nella sezione "Panorama" saranno presentati anche i film Galantuomini di Edoardo Winspeare, Un giorno perfetto di Ferzan Ozpetek, Machan di Uberto Pasolini, Pranzo di Ferragosto di Gianni Di Gregorio, Puccini e la fanciulla di Paolo Benvenuti e Sono viva di Dino e Filippo Gentili. Altre cinque pellicole saranno invece presentate nel "Focus Italian Young Stars", parte della manifestazione che intende far conoscere al pubblico cinese alcuni tra i migliori giovani attori italiani: Filippo Timi con I demoni di San Pietroburgo, Riccardo Scamarcio con Colpo d’occhio, Alba Rohrwacher con Il papà di Giovanna e Riprendimi, Carolina Crescentini ( protagonista del recente film Generazione 1000 euro) con Parlami d’amore.

Articoli Correlati