Come comunicare un brutto voto!

di admin

Accidenti.. E’arrivato un brutto voto, magari inaspettato e non sapete come dirlo ai vostri genitori. Numerose sono le possibilità per limitare il danno e non incorrere in punizioni estreme. L’importante comunque è dirlo e soprattutto fare in modo che non si ripeta o comunque impegnarsi per evitare il terribile momento della comunicazione a mamma e papà!

Capita sempre a me!

Sei arrivata a scuola nella speranza di non essere interrogata; ti sei ripetuta più volte: “Dai perché il prof. dovrebbe interrogare proprio me? Siamo in tanti ancora senza voto, sicuramente mi andrà bene, ma sì rischiamo!” E invece come spesso accade il nome pronunciato dal proff. è proprio il tuo! Mentre ti stai recando alla cattedra, tra te e te realizzi immediatamente di essere stata un po’ ingenua e stupida, soprattutto perché bastavano una o due ore di studio e le cose sarebbero andate diversamente. L’altro pensiero che ti accompagna alla cattedra, sono loro: i tuoi genitori!

La tortura del prof.

Sei alla cattedra e un altro pensiero in questo momento è di non fare figuracce irrecuperabili con i compagni. Vorresti che tutto finisse in pochi secondi, invece il prof. sembra divertirsi nel torturarti con mille domande; non la smette più, ma alla fine ci rinuncia e ti rimanda al posto con una bella insufficienza, seguita dalla solita ramanzina!

Come lo dico a mamma e papà?!

Devi tornare a casa, dirlo a mamma e papà. E’ necessario valutare il momento migliore e considerare tutte le variabili che possono intervenire nella loro reazione. Meglio farsi vedere mortificate e rattristate dal brutto voto o puntare sulla modalità più leggera affermando: “Ma sì mamma tranquilla, tutti hanno preso un brutto voto, anzi il mio è stato uno dei più alti..e poi lo ha detto anche il prof., lo recupero quando voglio senza problemi”. Qual è la strategia migliore? Sicuramente è bene constatare in anticipo l’umore dei vostri genitori, magari chiedendo loro come è andata la giornata e facendovi trovare sui libri al loro ritorno. Questa potrebbe essere una strategia.

Un brutto voto capita a tutti!

La strategia migliore però, per non incorrere in punizioni o rinunce è quella di studiare e impegnarsi e soprattutto accettare la loro reazione. Forse questa volta potrebbero rivelarsi più clementi e darvi un’altra possibilità di riscatto. Se così non fosse prendetevela solo con voi stesse e realizzate che con qualche ora di studio potevate evitare tutto questo. La cosa importante però, per genitori e figli è capire che se succede di rado, un brutto voto capita a tutti e deve servire solo da stimolo per fare meglio e per crescere.

Articoli Correlati