La scuola è finita!

di admin

E’ suonata l’ultima campanella prima dell’estate! Finalmente molti studenti posso tirare un respiro di sollievo (quelli che non devono sostenere l’esame di maturità!).

Soddisfazione e malinconia
Cosa faremo adesso? Fino a ieri la nostra settimana era scandita non solo dai compiti e dalle lezioni, ma anche dagli incontri, dagli appuntamenti pre e post scolastici che, in fondo, erano il nostro piccolo mondo.

Ora che siamo in vacanza salutiamo molti amici e compagni – alcuni non li rivedremo fino alla fine dell’estate, altri, forse mai più.

E’ sempre così quando si finisce qualcosa: la soddisfazione di aver portato a termine più o meno bene un anno di fatiche combatte sempre con la malinconia per essersi allontanati da un mondo che per la maggior parte dell’anno costituisce la nostra quotidianità.

Per i maturandi
Chi quest’anno deve sostenere l’esame di maturità ha ancora qualche settimana di fuoco, tra esami ed attesa dei risultati: saranno ore di studio, ansia, concentrazione, sostegno reciproco prima della liberazione finale: la fine di una stagione della vita, si può ben dire. Poi ci saranno i dubbi per i ritardatari che ancora non hanno scelto l’università o cercano lavoro, le domande sul futuro e un mondo nuovo all’orizzonte.

Leggi anche:
Maturità: segreti per studiare in fretta
Speciale maturità: la prima prova
Speciale maturità: la seconda prova
4 regole per scegliere l’università

Per chi ancora non ha finito
Chi invece non ha ancora terminato il percorso di studi superiori, ci sono due opzioni:
1) Fine anno senza debiti: dovete preoccuparvi solo di fare i compiti (in due mesi e mezzo c’è tempo in abbondanza!) e di godervi appieno le vacanze regalate dai genitori per merito scolastico.
2) Debiti da recuperare: bisogna frequentare i corsi di recupero e presentarsi a scuola prima degli altri, per sostenere gli esami. Non serve angosciarsi: di tempo ce n’è, se studiate .. passerete sicuramente all’anno successivo, magari con una nuova consapevolezza.

Leggi anche: Debiti formativi: vanno recuperati entro il 31 agosto

La lezione è: se ci si "sbatte" si può fare tutto. Nel mondo fuori dalla scuola nessuno vi farà trovare la pappa pronta ed è bene impararlo adesso. Scoprirete che potete farcela, che avete delle capacità inutilizzate di cui non sospettavate nemmeno l’esistenza e che vi possono dare infinite soddisfazioni.
Forza! Il prossimo anno sarà più sereno, con questa consapevolezza.
Intanto, però, riprendete un po’ di forze dopo questa fine importante. Pensate a quante cose potrete fare adesso senza le lezioni mattutine!

Partecipa al sondaggio di Ginger:
La scuola è finita: cosa pensi?

Immagini:
Dettagli da www.flickr.com

Articoli Correlati