Che Donald Trump sia uno che non ami molto sentirsi dire “no” lo abbiamo capito, e, abbiamo numerose prove che risalgono a prima che diventasse Presidente degli Stati Uniti. Il taycoon americano ha infatti cacciato una volta gli One Direction da uno dei suoi hotel di New York!

A raccontare l’aneddoto è stato Liam Payne, ripercorrendo uno dei momenti in cui lui, Niall Horan, Louis Tomlinson, Harry Styles e Zayn Malik si trovavano in un hotel della Grande Mela appartenete proprio a Donald Trump. Il magnate, secondo Liam, avrebbe voluto che i ragazzi incontrassero una delle sue figlie (non è ben chiaro se si trattasse di Ivanka o di Tiffany), ma, ricevendo un loro rifiuto, li avrebbe cacciati dalla loro stanza.

Durante l’intervista rilasciata a Rollacoaster, il cantante ha infatti rivelato: “Trump ci ha sbattuto fuori dal suo hotel una volta. Non ci credereste. A causa di un incontro con sua figlia”. “Lui ha chiamato il nostro manager mentre noi stavamo dormendo”, ha continuato, “lui gli ha spiegato che stavamo dormendo e Trump ha detto ‘svegliali’, ma io ho risposto di no”. Il presidente degli Stati Uniti avrebbe a quel punto aggiunto che “non ci avrebbe permesso di usare il garage sotterraneo e ovviamente noi a New York non potevamo andare in giro. New York è spietata con noi”. Infine, Donald Trump ha voluto che lasciassero l’hotel. “Lui ci ha detto ‘ok, non vi voglio nel mio hotel’”, ha concluso Liam, “quindi siamo dovuto andare via”. Oops.

📸

Un post condiviso da Liam Payne (@liampayne) in data:

Parlando con Rollacoaster, Liam Payne ha anche parlato della sua felice relazione con Cheryl Cole, che sta aspettando un bambino da lui. “Ovviamente ho la più bella fidanzata del mondo ed è meravigliosa. È la ragazza dei miei sogni da quando era un ragazzino. Lei è fantastica”, ha detto, aggiungendo che insieme “siamo super felici”. L’intervista è stata poi corredata da alcuni scatti di Liam a torso nudo.

Cosa ne pensate di quanto successo tra Donald Trump e gli One Direction?