Tredici 3: ecco il recap completo e tutto quello che è successo nella terza stagione

di Roberta Marciano
tredici 3 recap

Il 23 agosto Tredici 3 è arrivato sugli schermi di Netflix, con altri nuovi 13 episodi. Questa nuova stagione di 13 Reasons Why riparte 8 mesi dopo il ballo, dopo che Clay e gli altri compagni avevano fermato Tyler dal causare una sparatoria.

Ascolta la nostra recensione di Tredici 3 nel podcast di Ginger:

Tutto ha inizio

Tony e Clay prendono il ragazzo sotto la loro ala protettiva, disfacendosi delle armi e cercando di proteggerlo innanzitutto da sé stesso. Come vi abbiamo già descritto nella recensione del primo e dell’ultimo episodio, il racconto della storia appare molto lento e confusionario soprattutto all’inizio. Si alternano continuamente scene del presente e scene di 8 mesi prima, che si riconoscono per l’alternarsi di immagini con colori vividi e altre dai colori più spenti. Il colore vivido del passato sta probabilmente a suggerire una calma, una sorta di pace che i protagonisti erano riusciti a trovare, mentre il nuovo dramma di cui sono protagonisti rende le loro vite più cupe.

Ci sono nuovi personaggi, nuovi temi trattati, un omicidio che necessita un colpevole. La serie non ha particolari colpi di scena. Per tutta la stagione ci lascia con il dubbio che chiunque  avrebbe potuto commettere quel crimine, tranne probabilmente Clay anche se è il primo indiziato. Tuttavia scoprire quali possano essere le motivazioni per ciascuno di loro di arrivare a tanto, erano già abbastanza chiare. Ognuno di loro può volere vendetta.

Jessica per essere stata stuprata, Justin per non aver saputo imporsi a Bryce, Clay per vendicare Hannah, Tyler per quello che ha subito in passato dalla squadra di football, Chloe per aver subito violenze e per essere rimasta incinta del suo bambino, Zach per proteggere la ragazza e Alex che più di tutti ha risentito della morte di Hannah, per porre fine a questo circolo vizioso.

Anche Ani, la nuova ragazza, potrebbe avere le sue motivazioni visto che ha avuto una relazione con Bryce e per molto tempo sembra essere lei la chiave di tutto.

Ecco come è morto Bryce Walker

Qual è la morale?

Anche in questa stagione Tredici 3 mette troppa carne al fuoco. Tratta troppi temi, troppe situazioni e non si capisce bene quale sia la morale alla fine di tutto. Forse che anche i buoni possono sbagliare e comportarsi da carnefici, possono perdere la testa. O ancora che i cattivi possono imparare dai loro sbagli e possono pentirsi, se gli viene data l’opportunità di redimersi.

Il rapporto tra i protagonisti

La relazione migliore che si crea in questa quarta stagione è quella tra Tyler e Clay. Tra di loro non ci sono segreti, c’è affetto reciproco e grande stima. Il ragazzo fa molto affidamento su Clay che considera come colui che lo ha salvato da sé stesso.

Per il resto l’arrivo di Ani scombussola un po’ gli equilibri del gruppo e sembra quasi voler mettere i bastoni tra le ruote a molti dei personaggi, portandoli a sospettare di tutti. Solo alla fine dell’episodio si riuniscono per proteggere Alex dal crimine che ha commesso.

In generale questa terza stagione non ci è piaciuta, anche perché sembra ancora più forzata della seconda. La storia si distacca troppo da quanto accaduto nella prima e da quella che era la storia di Hannah Baker. Gli autori hanno provato a legarsi alla storia della ragazza facendo apparire nuovamente la madre, Olivia Baker, introducendo nuovamente le cassette usate come strumento da Bryce per confessare gli stupri.

Chi ha ucciso Bryce Walker?

 

 

Cosa ne pensate della nuova stagione Tredici 3?

Articoli Correlati