Tredici 3, il ritorno della madre di Hannah Baker: ecco perché

di Roberta Marciano
olivia baker tredici 3

Mentre il capitolo Hannah Baker sembra essere chiuso definitivamente, anche dopo che Clay Jensen smette di avere le visioni sulla sua ex compagna, questa stagione di Tredici in onda su Netflix, ci regala un piccolo legame con il passato. In città arriva Olivia Baker, madre della ragazza, ormai trasferitasi a New York per cominciare una nuova vita.

Ascolta la nostra recensione di Tredici 3 nel podcast di Ginger:

Il ritorno di Olivia a Evergreen

La madre di Hannah viene chiamata dalla polizia locale per parlare del caso della morte di Bryce Walker. Olivia sembra destare sospetti e forse più di tutti avrebbe motivo di voler vedere il ragazzo morto. Senza dubbio è quella che soffre più di tutti per la scomparsa della figlia, visto che è stata lei a trovarla insieme al marito riversa in una vasca di sangue.

Il ritorno di Olivia ci mette di fronte alla realtà, al dolore di una madre che pur cercando di ricominciare si porta dietro un peso troppo grande. Nonostante desideri che Bryce paghi per quello che ha fatto, non sarebbe mai potuta essere lei l’assassino. Uno dei momenti più toccanti è quando incontra la signora Walker, consolandola per la sua perdita. “Nessuno dovrebbe seppellire i propri figli” dice Olivia, facendo capire che sente anche il suo dolore.

Nonostante il male che ha causato, Bryce non meritava di morire. Meritava di essere punito, certamente, ma questa è una fine troppo brutta anche per chi non ha fatto altro che arrecare dolore agli altri.

Il suo legame con i ragazzi

Olivia è molto legata ai ragazzi, in particolare la si vede dialogare con Jessica, Tony e Clay che sono quelli che più di tutti le sono stati vicino nell’ultimo anno. La signora ha anche un incontro con Bryce, che vuole provare a chiedere scusa. Un incontro però non gradito perché Olivia non riesce a perdonarlo.

Cosa ne pensate del ritorno del personaggio di Olivia Baker in Tredici?

Articoli Correlati