Tredici: Netflix elimina la scena del suicidio di Hannah Baker nella prima stagione

di Roberta Marciano
tredici hannah baker

Ci sono novità sulla serie Netflix più controversa mai andata in onda, ossia Tredici. No, non si tratta dell’uscita della terza stagione ma di una novità che riguarda la prima. La scena del suicidio di Hannah Baker è stata eliminata. Il motivo? Evitare possibili emulazioni da parte dei ragazzi che, vedendo una scena così cruda potrebbero cercare di imitarla soprattutto se già soffrono di problemi di depressione.

Ecco lo statement dal profilo ufficiale della serie

Il comunicato arriva direttamente su Twitter dal profilo ufficiale della serie e riporta quanto segue: “Sappiamo che Tredici ha spinto molti ragazzi a conversare su temi importanti come la depressione e il suicidio e a chiedere aiuto. Mentre ci prepariamo a mandare in onda la terza stagione alla fine dell’estate, abbiamo pensato al continuo dibattito su questa serie. Quindi su consiglio di un esperto medico abbiamo deciso insieme al creatore Brian Yorkey e ai produttori di 13 Reasons Why di modificare la scena del suicidio di Hannah nella prima stagione”. 

Una delle scene più importanti del telefilm non verrà mostrata, mentre rimarrà la scena successiva quando i genitori trovano Hannah nella vasca priva di vita. Una scelta condivisibile o meno la loro, ma vista l’attenzione negativa che la serie ha avuto, nonostante l’enorme successo, sembra un atto dovuto da parte di Netflix e dell’intero entourage.

 

 

Cosa ne pensate della scelta di eliminare la scena con protagonista Hannah Baker nella prima stagione di Tredici?

 

Articoli Correlati