San Valentino: regala al tuo lui “Il simbolo perduto”, ultima fatica di Dan Brown

di admin

Se il 14 febbraio non sai cosa regalare al tuo ragazzo, un buon libro può rivelarsi la soluzione più adatta. Se poi, il libro in questione è una miscela a dir poco esplosiva di avventura, inseguimenti, enigmi e colpi di scena, il gioco è fatto. “Il simbolo perduto”, quinto romanzo dell’americano Dan Brown, dalla sua data d’uscita in Italia, (il 15 settembre scorso) dove è edito da Mondadori, ad oggi ha venduto milioni di copie, divenendo uno dei best sellers incontrastati del mercato nazionale. Per la terza volta, dopo “Angeli e demoni” e “Il Codice Da Vinci”, protagonista è il bizzarro e intelligente Robert Langdon, professore di simbologia dell’Università di Harvard, chiamato a risolvere un impossibile mistero legato all’affascinante mondo della Massoneria.

La trama

L’intera vicenda si svolge a Washington nell’arco di sole 12 ore, durante le quali Robert Langdon è chiamato a immergersi nei meandri misteriosi della Massoneria, sviscerando il ruolo che questa ha avuto nella storia degli Stati Uniti sin dall’epoca dei Padri Fondatori. La corsa contro il tempo di Langdon e di Katherine Solomon, scienziata esperta di Noetica, li porterà a decifrare i simboli massonici di cui la città è pervasa, dal Campidoglio all’Obelisco, dalla Casa Bianca fino al Massonic House of the Temple sulla 16a Strada, per svelare l’enigma che sarebbe all’origine dell’Indipendenza americana e che, se rivelato, rischierebbe di scuotere i vertici stessi del potere politico. Ma la posta in palio è anche maggiore: la via per trovare il Simbolo perduto, che sarebbe in grado di evocare un enorme potere, è forse codificata in un antico documento. Inizia tutto una mattina, quando Robert Langdon riceve una telefonata dall’assistente del professor Solomon, suo caro amico, che gli chiede di recarsi in Campidoglio a Washington per una conferenza sulla Massoneria, società segreta nata nel 18° secolo, di cui Solomon fa parte. Ma il segretario è in realtà Mal’akh, un falso massone, che, riuscito a introdursi nel Campidoglio, pone la mano mozzata di Solomon al centro della sala, evocando un antico rituale massonico. A questo punto la storia ha inizio.

Verso il film

Sin dalle prime fasi di scrittura del romanzo, iniziato da Brown nel 2006, il regista Ron Howard ha manifestato la volontà di realizzare una trasposizione cinematografica de “Il simbolo perduto”, che dovrebbe uscire nelle sale entro il 2012. Se per il ruolo femminile di Katherine Salomon non si è ancora fatto il nome di nessuna attrice, il protagonista Robert Langdon continuerà ad essere interpretato da Tom Hanks, seguendo la scia dei precedenti “Angeli e Demoni” e “Il Codice Da Vinci”.


In attesa del film tratto da “Il simbolo perduto”, godetevi il trailer di “Angeli e Demoni”, uscito nelle sale italiane la scorsa primavera!

Articoli Correlati