Per chi sogna capelli perfettamente lisci..

di admin

E’ il sogno di ogni donna… capelli perfettamente lisci, curati, lucenti e in ordine.  Ma spesso purtroppo i capelli non si adeguano ai nostri desideri.

Capelli lisci e fini sono particolarmente sensibili e fragili, appaiono senza vigore ed è decisamente complicato dare loro una forma, è necessario infatti un lungo lavoro di styling per rendere la capigliatura voluminosa e organizzata.
Ma anche chi ha capelli folti e robusti spesso non riesce ad ottenere un “liscio perfetto” le ciocche voluminose se non trattate nel modo corretto sfuggono al controllo e tendono ad incresparsi ottenendo quello strano effetto “nè liscio nè riccio”.
L’uso costante di piastre liscianti a lungo andare sciupa e indebolisce la capigliatura, inoltre  un altro nemico del liscio perfetto è l’umidità sempre in agguato.

Per avere capelli liscissimi
I laboratori Biopoint hanno messo a punto una linea che assicura la performance più richiesta dalle donne italiane : i capelli lisci. Ecco quindi la nuova linea di prodotti Control Liss, un programma lisciante per capelli mossi e lisci indisciplinati che grazie all’innovativa tecnologia thermolevigante  e ad un polimero di origine vegetale da essa attivato garantisce capelli liscissimi.

Il polimero ricopre la fibra capillare con una pellicola flessibile che protegge dall’umidità e rende i capelli naturalmente lisci e lucidi, infatti si riduce l’effetto disordine, viene eliminato l’effetto crespo e si protegge la capigliatura dal calore di phon e piastre liscianti.
Il risultato è un lisciaggio di lunga durata grazie anche ad un finish di tenuta forte flessibile e naturale.

I prodotti
La linea di prodotti per capelli comprende shampoo ultralisciante (200 ml, € 13,10), maschera ultralisciante (200 ml, € 17,50), crema ultralisciante.

Qualche consiglio per un liscio perfetto
1) Per prima cosa, sceglere lo shampoo adatto specifico effetto ‘liscio perfetto’. Significa che contiene agenti liscianti che facilitano l’operazione.

2) Il passo successivo, non meno importante, è il risciacquo: se l’acqua è particolarmente dura, si può usare anche quella minerale. Il calcare, infatti, depositandosi sui capelli, li rende molto opachi.
Una volta asportato il detergente, concludere il risciacquo con una passata di acqua fredda. Compatta le cuticole che rivestono i fusti, il che consente una riflessione della assolutamente omogenea.

3) Per l’asciugatura, usare un phon ionizzatore: riduce al minimo l’elettricità statica che si crea tra i capelli quando li si scalda. Insieme al getto di aria calda, infatti, questo phon emette particelle, gli ioni appunto, che scompongono l’acqua depositata sui fusti in tante microscopiche goccioline. Queste in parte evaporano e in parte vengono assorbite dai capelli. Il risultato è che l’asciugatura è più rapida, i capelli si reidratano e, soprattutto, si elimina l’effetto “capelli che volano”.

Chi ha  capelli lisci di natura, quando li asciuga non li stressi con l’aria calda del phon: li secca e li rende indisciplinati. E’ preferibile usare  il diffusore, che distribuisce meglio il calore e abbassa la temperatura del getto d’aria.

Le piastre più nuove sono fatte di materiali speciali, per esempio la ceramica ,che impediscono al calore di rovinare i capelli. La temperatura ideale per capelli di media lunghezza o sottili è 140 gradi, ma si può arrivare a 200 per capelli spessi e molto crespi. Prima di cominciare la ‘lisciatura’ vera e propria, tamponare le ciocche con una crema. Passare la piastra su tutta la lunghezza per almeno tre volte.

Una valida alternativa alla piastra è la spazzola naturale dal diametro largo. Le migliori sono quelle di cinghiale, che chiudono le squame dei fusti, lisciandoli. No, invece, alle spazzole in ferro, che rischiano di spezzare i capelli.

Immagine di copertina: Jean Louis David
Altre immagini: linea Control Liss di Biopoint

Articoli Correlati