Percorsi creativi 7: come allestire la propria bancarella ai mercatini

di admin

Continuiamo a parlare di mercatini – un argomento così vasto! – assieme a Silvia di Hobby Expo, pubblicando la seconda parte dell’intervista a lei realizzata. Nello scorso step le abbiamo chiesto di farci capire come fare per partecipare ai mercatini, stavolta invece ci concentriamo sul passaggio successivo e fondamentale, ovvero come allestire la propria bancarella.

– Qualche consiglio per il packaging? Quanto è importante?
Molto mooooooolto importante… ma anche molto semplice! Basta usare la vostra creatività e pensare a qualcosa in linea con vostro stile. Realizza un tuo bigliettino da visita stampato o fatto a mano, originale e creativo, che riporti il tuo nome e il nome della tua piccola attività e, se
l’hai pensato, anche un piccolo logo e i dati per contattarti. Impreziosisci con colori, glitter e un bel nastrino. Ricorda ai clienti che per ogni acquisto avranno la confezione regalo gratis; oppure offri dei bei biglietti pronti da scrivere e da allegare al pacchettino, fatti da te artigianalmente, come quando si spediscono dei fiori.

Sfrutta sempre le ricorrenze in arrivo per festeggiare: dedicati a creazioni per Natale, Pasqua, festa della mamma, del papà, San Valentino, compleanno, onomastico, Halloween… A questo scopo puoi proporre delle idee regalo già pronte con tanto di bigliettino con pensierino a tema, spazio per firme e confezione regalo decorata a tema… Perché in fondo siamo tutti un po’ pigri!

Ricorda che oltre ad essere bella, la confezione deve proteggere l’oggetto affinché non si rovini e non si rompa.

– Innanzitutto, puoi darci qualche dritta generale riguardo l’allestimento? Quanto è importante e quali caratteristiche deve avere?
Per i prodotti artigianali e le creazioni manuali, soprattutto se piccole e preziose, la presentazione di ogni singolo prodotto è molto importante! Un utilissimo segreto del mestiere, che viene usato soprattutto dai vetrinisti che espongono merce per lavoro, è quello di osservare la tua bancarella dall’esterno, il lato dal quale la vedranno i clienti. Cerca di vedere che effetto fa tutta la tua bancarella anche da lontano per capire se chi passerà lì davanti passeggiando potrebbe essere incuriosito e attirato ad avvicinarsi.

Inoltre un altro suggerimento è "meglio pochi, ma buoni". Le persone che visitano i mercatini vedono tantissime bancarelle di seguito e rischiano di perdersi nella marea di prodotti diversi. Vedere tutto sovrapposto e disordinato non fa altro che confondere i potenziali clienti nella scelta: alla fine non compreranno nulla perché non riescono a scegliere!

Il colore della base sottostante deve evidenziare i tuoi prodotti, ma non prevaricare. Sovrapponi ad un telo base altri teli o strati di tulle trasparente, crea delle zone differenziate, dei rialzi con delle scatole da mettere sotto alle tovaglie (puoi usare anche i contenitori che hai usato per trasportare gli oggetti) per mettere le creazione più belle in alto, come su un piedistallo, rispetto alle altre e per ottenere un’esposizione dinamica in modo che l’occhio del cliente farà un percorso più curioso e articolato.

– Quali espositori scegliere e dove trovarli a buon mercato?
Esistono in commercio tanti espositori per gioielli e altre creazioni, molto belli, ricoperti in velluto. Sono anche molto costosi però… quindi anche in questo caso occorre aguzzare l’ingegno. Nel web è possibile scovare tante forme e sagome da stampare, ritagliare e incollare su un semplice cartoncino. Anche un semplice cono di cartone diventa un ottimo supporto per appoggiare una collana e vederla come se fosse indossata. Puoi usare i coni che avanzano dai rocchetti di filo usati sui grandi telai o le grandi macchine per cucire. Per i bracciali sono ottimi i tubi di cartone da disegno o della carta cucina. Basta ricoprirli con carta colorata, fantasia o tinta unita. Li puoi usare sdraiati, appoggiati in lunghezza sul tavolo o anche in piedi. Ricordati che qualsiasi oggetto, anche il più curioso, può essere un supporto per appendere i tuoi oggetti: un ramo, un vaso, un guanto riempito di carta velina per gli anelli…

Un’idea in più e quella di creare delle “zone riservate” con una precisa tipologia di oggetto: puoi usare un bel vassoio, un cesto o un bel piatto in vetro. Al suo intero disponi alcuni oggetti selezionati che siano legati tra loro da qualcosa. Creerai così curiosità e avrai un piccolo angolo dedicato, ad esempio con una “Limited Edition”.

Altre idee a buon mercato? Eccole!
– Usa una vecchia tinozza per contenere i tuoi prodotti, assieme a dei fiori.
Appendi tutto al soffitto del gazebo. Farai girare la gente a naso in su, con le braccia allungate verso le tue creazioni, come se fossero stelle cadenti nel cielo.
– Crea un labirinto di colori invece di dividere gli oggetti per tipologie. Ognuno andrà istintivamente verso il suo colore preferito.
– Ricrea un ambiente quotidiano come la cucina, con ciotole, tazzine, maccheroni e forchette per esporre.
– Crea un luogo naturale come un bosco, uno stagno… con muschi, foglie, pigne ecc. Insomma… usa tutta la tua creatività!

– Come attirare i clienti alla propria bancarella?
A questo scopo una bella idea è quella di creare dei cartelli, ma non i “soliti cartelli” col nome e i prezzi e la tipologia di ciò che esponi… devi cercare di attirare lo sguardo del cliente, spingerlo a leggere e far scattare un meccanismo nella testa del cliente che lo spinga ad avvicinarsi a te. Ogni cartello deve incuriosire, non dire molto di ciò che crei, non scrivere cosa è possibile acquistare da te e porre invece una domanda che inviti a scoprire!

Non ci sono regole precise per questo tipo di comunicazione, ma solo consigli utili:
scrivi i benefici e i tuoi punti di forza, le cose esclusive che sono davvero una novità;
– cerca di capire cosa cerca il cliente nei tuoi prodotti;
– inventati dei metodi o giochi per rendere divertente l’acquisto, come una nuova esperienza, una novità, qualcosa da provare e consigliare ad altri.

Il segreto è differenziarsi per farsi notare! La cosa quindi da non sottovalutare è l’aspetto complessivo del tuo spazio e l’originalità. Punta sui colori e sulle luci appese al gazebo: sono decorative e d’atmosfera. Non mettere solo quelle per illuminare l’oggetto; i faretti sono funzionali e importanti, ma non creano una luce magica. Qualsiasi altra decorazione ti venga in mente va bene se piace a te e se è in tema con le tue creazioni. Inventati alcune decorazioni in tema con la stagione e la ricorrenza. Il segreto è il colpo d’occhio!

Ringraziamo Hobby Expo per averci dato tantissimi preziosi consigli e vi diamo appuntamento al prossimo step creativo… siamo quasi all’arrivo!
 
Link interessanti al sito di Hobby Expo:
 

Articoli Correlati