Make up professionale gratuito a Riccione

di admin

Summer 2008: voglia di divertirsi, di stare in compagnia di giocare e, perché no, magari di sognare di… diventare modella!
Wetnwild Cosmetics, uno dei brand make up più venduti negli Stati Uniti e approdato in Italia recentemente, è sponsor quest’anno dell’evento più frizzante dell’estate: Aquafashion 2008, l’iniziativa nata dalla collaborazione fra l’Aquafan di Riccione e la famosa agenzia di model scouting John Casablancas di Milano.


Aquafashion Village: la tua sfilata

Per tutte le ragazze ma anche per i ragazzi che visiteranno il parco acquatico si presenta quindi l’occasione imperdibile di vivere l’emozionante esperienza del casting in una location d’eccezione, l’Aquafashion Village.
Affacciato sulla grande piscina centrale al centro del parco, l’Aquafashion Village è attrezzato come il back stage di una grande sfilata, con tanto di fotografi e pedana per lo shooting.
Per un casting così organizzato non poteva mancare il make up, vero protagonista di ogni backstage!
WetnWild mette a disposizione di tutti i partecipanti un professional make up artist che, all’interno di un Chiringuito interamente dedicato al trucco, con tocco sapiente, renderà glamour i volti degli aspiranti modelli utilizzando la vastissima gamma di prodotti wetnwild.
   
Tutti saranno fotografati e un team di esperti sceglierà una rosa di finalisti fra i quali, il 24 Agosto, giorno del gran finale, sarà eletta la vincitrice. In premio una borsa di studio offerta da John Casablancas e, per le prime tre classificate, un kit make up wetnwild.
       
Sarà una fantastica occasione per valorizzare il proprio look e affinare le tecniche di trucco con i preziosi suggerimenti del make up artist wetnwild scoprendo qualche piccolo segreto del mondo del fashion.
Ma non è finita qui… per tutti i partecipanti wetnwild ha in serbo una sorpresa! Inoltre, per rendere indimenticabile l’esperienza del casting, tutti i partecipanti potranno rivedere i propri scatti sul sito Aquafashion.

Immagine di copertina: www.flickr.com

Articoli Correlati