Concerti all’estero: come viverli senza stress!

di Alberto Muraro

L’Italia è un paese meraviglioso, da tantissimi punti di vista. Eppure, per gli appassionati di musica internazionale, non è esattamente il luogo migliore dove vivere. Già, perché c’è una grossa fetta di artisti stranieri che il nostro paese, purtroppo, non se lo calcola neanche per sbaglio.

Ci sono vari motivi dietro questa scelta. Uno dei principali è una ragione di carattere economico. Per quanto possiate amarli, alcuni artisti non ricevono infatti in Italia il riscontro che dovrebbero meritarsi. Le copie venduti dei loro album e dei singoli sono infatti troppo scarse per giustificare un impegno promozionale. Purtroppo “il business è il business” e i cantanti si trovano costretti a fare una scelta. Il gioco, per loro e i loro team, deve valere la candela.

Giusto pochi giorni fa su Ginger vi abbiamo spiegato del motivo per cui è molto difficile, per esempio, che per il  momento un gruppo come i BTS ci faccia visita. Un discorso simile vale anche per Taylor Swift.

Ecco dunque tutti i consigli per organizzare, come si deve, una trasferta all’estero per vedere il concerto del vostro cantante preferito!

Come acquistare il biglietto del concerto

Vivendo in Italia, conoscerete di certo piattaforme come Ticketone e Ticketmaster. La seconda è molto efficente ed esiste per gran parte dei paesi vicini all’Italia (Francia, Inghilterra, Germania, Svizzera) dove di norma si esibiscono i cantanti! Cliccate qui per cercare il vostro evento!

Dove alloggiare e come prenotare

Le opzioni in questo senso sono praticamente infinite. Se siete giovani e non volete spendere molto, l’opzione migliore è quella di prendervi una stanza in un ostello. Potete scegliere se condividerla con altre persone (conosciute, se viaggiate in gruppo, o con sconosciuti) oppure se prendervi una stanza tutta per voi.

Ovviamente, i prezzi cambiano da città a città e da periodo a periodo. Di norma, se scegliete l’opzione della camerata in un ostello in una grande capitale europea non dovreste spendere più di 25 o 30 euro a notte.

I siti che fanno al caso vostro in questo senso sono sicuramente Hostelworld e Booking.

Acquistare il biglietto per il viaggio

Le opzioni sono due: aereo o treno. Ovviamente, a seconda delle distanze, valutate cosa valga la pena fare. Se volete ottimizzare i tempi, evidentemente l’aereo è la soluzione migliore.

Nonostante esistano delle offerte anche sul sito di Trenitalia, esistono almeno un paio di compagnie aeree low coast che vi permettono di viaggiare a costi contenuti. Fra le altre Easyjet e Ryanair, le più gettonate fra i giovani. Fate però molta attenzione agli orari dei voli: Ryanair in particolare opera su aeroporti spesso molto distanti dal centro città che dovrete raggiungere.

Cosa fare una volta arrivati?

Sbrigate immediatamente le faccende burocratiche. Recatevi al vostro hotel/ostello e effettuare il check in. Lasciate il vostro bagaglio e cercate, per quanto possibile, di godervi la città dove si terrà l’evento. Se non siete ossessionati dal parterre dei concerti e avete un posto numerato e a sedere prendetevela comoda. Potrete conoscere un posto nuovo e successivamente recarvi al luogo dell’evento con tutta calma!

Avete mai partecipato ad un concerto all’estero? Vi sono stati utili i nostri consigli?

 

Articoli Correlati