Come ritirare i biglietti di un concerto per conto terzi: ecco i documenti da avere!

di Alberto Muraro

Andare ai concerti è una delle nostre passioni! Non c’è niente di meglio che vedere esibirsi dal vivo il nostro artista preferito e cantare a squarciagola le nostre canzoni preferite! Acquistare i biglietti per i live, a volte, può non essere semplicissimo. Ce ne siamo accorti, per esempio, in occasione del live dei Coldplay a San Siro lo scorso anno.

In alcuni casi, acquistare i biglietti è semplice. In altri, può trasformarsi in un incubo. Ciò è vero, particolarmente, quando il live viene annunciato con un grande anticipo e i biglietti vengono acquistati a scatola chiusa. A prescindere dal periodo in cui il concerto si terrà, i casi della vita spesso ci portano a fare l’acquisto senza avere la certezza di poter partecipare.

Ecco dunque che si creano situazioni piuttosto complicate e appaiono su Facebook decine di gruppi e di post dove le persone rivendono il proprio posto, a tutti i costi. Il problema nasce quando il biglietto è nominale o quando, per esempio, esso deve essere ritirato presso la cassa accrediti.

Come fare, dunque, per ritirare i biglietti per conto terzi? Innanzitutto, com’è ovvio, ci dev’essere l’autorizzazione da parte della persona che ha completato l’acquisto online. Quest’ultimo vi dovrà fornire dunque una delega scritta rigorosamente firmata, in un formato simile a questo:

Io sottoscritto/a, nato a X il XX/XX/XXX autorizzo X – X a ritirare i biglietti del concerto X a nome mio.

FIRMA

Assolutamente imprescindibile in questo caso è una fotocopia fronte-retro della carta di identità della persona che andrà fisicamente a ritirare il biglietto. Per sicurezza, il giorno del concerto portate con voi anche la ricevuta del pagamento effettuato sul sito, per esempio Ticketone. Attenzione: su questa piattaforma in particolare non è possibile modificare i dati dell’intestatario dell’ordine.

Avete mai ritirato dei biglietti per un concerto per conto terzi?

Articoli Correlati