Allarme peli superflui: la ceretta

di admin

Depilazione: la parola più temuta da ogni donna torna di attualità ogni anno con l’inizio dell’estate, e ci tormenta soprattutto nei giorni precedenti alla partenza per le vacanze: cosa portare in valigia? crema, epilatore o rasoio? Oppure fare la ceretta prima di partire?

La risposta alla fatidica domanda è personalissima, ma i metodi di depilazione possono essere ricondotti essenzialmente a due: eliminare il pelo alla radice(epilazione con ceretta o epilatore), oppure tagliarne solo la parte in evidenza che fuoriesce dalla pelle (depilazione con creme e rasoi).

Epilazione – la ceretta
Il primo metodo è quello raccomandato dalle estetiste, che consigiano di eliminare ail pelo alla radice per ottenere una ricrescita più lenta e peli via via più deboli.
La ceretta, in particolare, è universalmente riconosciuta come il metodo migliore per eliminare i peli con un esito duraturo: consiste nell’applicare sulla pelle della cera calda, stendere sopra di essa delle strisce di "tessuto non tessuto" e tirare via con uno strappo secco ogni striscia, in direzione contraria alla crescita dei peli.
La ceretta può essere fatta anche con strisce depilatorie pre-confezionate con la cera incorporata (quelle in commercio nella grande distribuzione o in farmacia) oppure – più raramente – con cere più dense, che si stendono sulla pelle, si fanno raffreddare e si staccano poi dalla pelle direttamente, con strappi più delicati rispetto agli altri metodi. A fronte degli innegabili vantaggi, vanno però evidenziati alcuni aspetti problematici della ceretta:

1) perché i peli di indeboliscano realmente, è necessario fare sempre la ceretta e non usare praticamente mai rasoio  e crema
2) la maggior parte di noi ha difficoltà a farsi la ceretta da sé: alcune zone sono praticamente irraggiungibili per chi non sia contorsionista, mentre altre sono molto delicate e fare da sole può essere rischioso.

Questo metodo è adatto a chi ha la costanza di recarsi spesso dall’estetista (più o meno ogni mese) e non ha necessità di avere le gambe perfettamente depilate sempre: perché la ceretta possa "catturarli", infatti, i peli devono uscire dalla pelle di almeno qualche millimetro.
E’ consigliato in particolare a chi ha problemi di crescita eccessiva di peli.
E’ sconsigliato – almeno per le parti più delicate come ascelle e inguine (ma anche la zona dietro alle ginocchia) – a chi ha pelle molto sensibile: se lo strappo non è fatto correttamente dall’estetista o da chi per lei, si rischia infatti la rottura di capillari e la comparsa di ematomi.

I prodotti in commercio
Se questo è il medodo giusto per te, puoi provare la ceretta anche da casa con le nuove strisce  Veet: la loro formulazione, con tecnologia “Strong Grip” aiuta a rimuovere efficacemente i peli, anche quelli corti fino a 2 millimetri. Dermatologicamente testate, le nuove strisce depilatorie VEET sono offerte in confezioni da 20, corredate da 4 salviettine post-epilazione.
Pronte all’uso, basta scaldarle pochi secondi tra le mani, applicarle sulla pelle pulita e asciutta facendole aderire bene e rimuoverle con un gesto rapido e veloce.
Le strisce depilatorie Veet sono disponibili in tre formulazioni, per ogni tipo di pelle: secca, normale e sensibile.

Anche Depilzero produce strisce depilatorie per gambe e braccia, viso e bikini, realizzate in morbido “tessuto non tessuto” che consente di aderire perfettamente alla pelle garantendo un’impeccabile depilazione.
Inoltre, le strisce depilatorie Depilzero Fruits sono le uniche sul mercato italiano ad avere una delicata fragranza alla mela verde o al the verde: tutto ciò trasforma la depilazione in un momento piacevole e dolcemente profumato.

Per la peluria sul viso, come gli antiestetici "baffetti", Oxy propone strisce depilatorie speciali, con estratto vegetale di calendula: grazie alla loro selettiva adesività al pelo e altissima tollerabilità, offrono uno strappo deciso anche dei peli più corti. Ogni confezione di strisce depilatorie per viso Oxy contiene 4 bustine da 5ml di trattamento post depilatorio in pratiche salviettine che, grazie al principio attivo dell’olio di azulene, leniscono la pelle dando sollievo da bruciori e arrossamenti
I prodotti Oxy sono particolarmente adatti a chi ha una pelle sensibile:  l’alta dermo-compatibilità dei prodotti è stata dimostrata dai test dermatologici effettuati presso la sezione di Farmacologia e Biotecnologie Farmacologiche del l’Università degli studi di Pavia.

Scopri le altre modalità per eliminare i peli superflui e i prodotti più nuovi in commercio.

Immagin edi copertina: Flickr.com

Articoli Correlati