Scuola: addio bigliettini, ecco i nuovi trucchi per copiare

di admin

Anche se siete delle super secchione, a chi non è passata per la testa, almeno una volta, l’idea di munirsi di mille bigliettini per fare una verifica in tutta tranquillità con qualche aiutino in più?

Siete sicure di essere delle vere esperte?

Se la frontiera della tecnologia prosegue e si specializza sempre di più, anche quella dei bigliettini non è da meno! Dalla penna bigliettino alla geniale invenzione dell’orologio bigliettino. Tanti modi diversi per un solo scopo: quello di copiare senza farsi accorgere dal prof, naturalmente.
Arte che, da qualche tempo, viene affinata a colpi di bravura e di destrezza tra i compagni. Una vera sfida che non ammette rese. Vediamo da più vicino di cosa si tratta.

Penna bigliettino

La  penna bigliettino è una normale sfera blu con all’interno un rotolo di plastica lungo addirittura 15 cm e largo , dentro al quale si possono attaccare i bigliettini. Il rotolo contenuto all’interno della penna si riavvolge automaticamente e velocemente.

Penna magica

La penna magica è un kit formato da due penne: la penna ad inchiostro invisibile che permette la scrittura con un particolare inchiostro invisibile all’occhio umano e, invece, la seconda penna, è una speciale penna ad ultravioletti che, da una parte scrive come una penna normale e dall’altra invece contiene una lampadina ad ultra violetti che permette di rendere visibile l’inchiostro invisibile.

Orologio bigliettino

Si tratta di un orologio digitale con 1 GB di memoria che permette di contenere le vostre foto ma prima di tutto i vostri bigliettini. E’ comandato da soli 4 tasti e con un semplice click, durante i compiti in classe, vi permetterà di andare alla ricerca del vostro urgente bigliettino. 

E per chi già freme per la maturità ecco a voi un simpatico video di Scuolazoo che può risollevarvi il morale! Forse, l’ultimo consiglio è il migliore di tutti. Invece di spremersi le meningi e perdere un sacco di tempo per trovare il modo migliore di realizzare il così detto "bigino", bè, meglio iniziare a studiare sin da subito e fare un bel figurone. Quando il lavoro è tutta farina del nostro sacco non ci sentiamo più soddisfatti e orgogliosi di noi stessi?

Articoli Correlati