L’attacco dei giganti: le scuse di Hajime Isayama ai fans

di Marco Della Corte
L'attacco dei giganti: le scuse di Hajime Isayama ai fans

Hajime Isayama, autore del fumetto giapponese L’attacco dei giganti, si è scusato con i fans per il suo modo di disegnare. In realtà questo aneddoto risale al Settembre 2013. Durante un incontro con i sui lettori avvenuto ad Utsunomiya, evento in cui ha firmato la bellezza di 100 autografi, il mangaka ha avuto una conversazione con il pubblico presente.

In quell’occasione, il giovane autore ha ricevuto diversi regali dagli ammiratori. Ma il racconto curioso non finisce certo qui. Sul web sono di recente tornate a galla alcune sue dichiarazioni durante quell’evento, riportate peraltro sul suo blog.

Hajime Isayama: i suoi disegni un po’ ‘bruttini’

Che Hajime Isayama avesse uno stile di disegno ‘atipico’, questo è un dato di fatto. Più che altro, egli si ispira ad artisti particolari, primo fra tutti il grande Francisco Goya. Non solo, i suoi giganti, dal punto di vista anatomico, sono tratti da illustrazioni provenienti da libri e trattati di anatomia, rendendolo un disegnatore molto ‘sui generis’. I suoi disegni sono considerati ‘bruttini’? Beh, probabilmente è questione di gusti.

Torniamo piuttosto all’evento citato nell’introduzione di questo articolo. In quell’occasione, il mangaka ha disegnato alcuni suoi personaggi in versione super deformed. Ha iniziato con il Titano Colossale, per poi continuare con Armin, Mikasa e Levi. Ha preferito non disegnare, invece, il volto di Eren, protagonista della storia, in quanto sarebbe stato troppo difficile per sua stessa ammissione.

Sorpresa delle sorprese: il fumettista si è sentito sconfortato per la sua incapacità di disegnare. Una rivelazione clamorosa, ma tutto sommato onesta. Umilmente, l’autore de L’attacco dei giganti si  è scusato con i presenti, per aver creato disegni dalla qualità piuttosto bassa e discutibile. Nonostante tutto, sono milioni i lettori che supportano il suo lavoro e proprio per questo, Isayama si è sentito in colpa per il suo stile forse non del tutto ‘eccelso’.

Voi come giudicate i disegni del manga L’attacco dei giganti? Sono davvero così scarsi?

Articoli Correlati