L’attacco dei giganti: in progetto un lungometraggio USA?

di Marco Della Corte
L'attacco dei giganti: un nuovo progetto da Warner Bros?

Diciamolo pure, in maniera abbastanza “fantozziana”: i due live action basati su L’attacco dei giganti usciti nel 2015, sono una boiata pazzesca! Notate una cosa: la maggior parte dei personaggi del manga di Hajime Isayama (Mikasa a parte) sono di etnia occidentale. Nel cast dei film sarebbero andati bene attori italiani, francesi, tedeschi, russi o americani. Ma non certo giapponesi! O almeno, non totalmente. Stessa cosa dicasi per il live action di Full Metal Alchemist (in uscita a breve) girato peraltro in Italia, ma con un cast pienamente nipponico.

Del resto, Edward Elric, Eren Jaeger, Armin sono tutto fuorchè nomi orientali (teutonici semmai!). Ok, diamolo questo beneficio: sia L’attacco dei giganti, che Full Metal Alchemist, sono ambientati in universi fantasy, che hanno poco a che spartire con il nostro mondo. Eppure, la scelta di un cast puramente giapponese, in entrambi i casi, convince davvero poco, viste le ambientazioni occidentali delle due opere.

L’attacco dei giganti: sorpresa dalla Warner Bros

Quante volte ci siamo lamentati di Dragon Ball Evolution? Quel lungometraggio dalla trama approssimativa (peraltro supervisionata da Toriyama in persona) che avrebbe dovuto presentare sul grande schermo una degna versione live di Goku e co.? Questo film fu l’ennesima conferma che gli Stati Uniti, per quanti milioni di dollari possano investire ad Hollywood, con le trasposizioni di serie nipponiche non ci sanno davvero fare. L’ultimo riguardante Ghost in the shell, è un ulteriore e valido esempio di ciò. Ora però suona quasi strano gioire per l’annuncio di una probabile trasposizione USA de L’attacco dei giganti, da parte della Warner Bros. A riportare la notizia è la rivista Deadline Hollywood.

David Heyman, produttore di “Animali fantastici e dove trovarli”, sarebbe già coinvolto in questo interessante progetto di trasporre entrambi i lungometraggi nipponici ispirati al manga di Hajime Isayama: ma in chiave puramente occidentale (Alleluia!). I due film che abbiamo citato, sono per la precisione: Attack on Titan e Attack on Titan: End of the World. La stessa Warner avrebbe inoltre intenzione di produrre un lungometraggio ispirato al celebre manga Akira, capolavoro di Katsuhiro Otomo.  Quest’ultimo progetto va avanti in realtà da quasi una decina di anni, tuttavia, dopo vari intoppi e vicissitudini, a breve dovrebbe vedere la luce.

L’attacco dei giganti: i due live action giapponesi hanno avuto fortuna in Giappone?

Dati alla mano, possiamo dire con sicurezza che nel 2015, il primo film giapponese dedicato a L’attacco dei giganti, incassò complessivamente 600 milioni di yen, con quasi 500000 biglietti venduti in un paio di giorni. Niente male vero? Peccato però che il secondo lungometraggio ne guadagnò solo la metà, in quanto giudicato negativamente dai fan e dalla critica. Speriamo dunque che i signori di Hollywood riescano a tirare su un prodotto più decente, visto che lo stesso manga di Isayama, alla fine non è poi questo grande capolavoro annunciato ai primi tempi.

Voi cosa pensate de L’attacco dei giganti? Dite la vostra come sempre!

Articoli Correlati