Kristen Stewart: fischi a Cannes per Personal Shopper

di Federica Marcucci

Se a Cannes 2016 per Café Society era stata standing ovation, lo stesso non si può dire per Personal Shopper che si porta a casa fischi e pareri discordanti. Un brutto colpo per Kristen Stewart, che qui recita come protagonista e che stando a recenti dichiarazioni credeva molto nel progetto. Il film di Olivier Assayas, presentato al Festival di Cannes nella sezione in concorso, è la storia di Maureen (la Stewart), personal shopper di una famosa star del cinema: un ruolo simile a quello che aveva già interpretato in Sils Maria, sempre di Assayas. A quanto pare al regista piacciono le storie di fantasmi, perché anche in Personal Shopper il personaggio di Kristen, una sorta di sensitiva in contatto con il fratello gemello morto da tempo, è assillato da strane presenze. Muovendosi in vita apatica e quasi priva di contatti sociali, per Maureen l’unico legame con il mondo sembra essere il suo smartphone dove improvvisamente inizia a ricevere strani messaggi…

Un film decisamente controverso che Kristen Stewart prova a reggere del tutto – o quasi – da sola, stando alle critiche. Ma dove c’è eccessivo clamore ci sono anche opinioni contrapposte, così se alcuni hanno letteralmente odiato Personal Shopper per il suo stile pretenzioso ed eccessivo, altri hanno invece apprezzato l’interpretazione di Kristen e la forza metaforica del film. Ovviamente dovremo aspettare per poter esprimere un nostro giudizio, in quanto il film non ha ancora un distributore in Italia. Secondo alcune indiscrezioni Kristen avrebbe già risposto dicendo che non tutti hanno fischiato e che “quando vai a Cannes sei preparato per questo genere di cose”. Chissà… Restate con GingerGeneration.it per ulteriori aggiornamenti!

Guarda il primo trailer del film:

Bande-annonce officielle PERSONAL SHOPPER

Pensate di andare a vedere Personal Shopper?

 

 

Articoli Correlati