Lady Gaga: “Bowie ha influenzato tutta la mia carriera”

di admin

Bowie ha influenzato tutta la carriera di Lady Gaga, che ne ha da sempre subito il fascino e l’influenza. Non lo ha mai tenuto nascosto. Ma con l’esibizione ai Grammy di febbraio, in cui ha interpretato tantissimi grandi successi di Bowie, la cosa è emersa ancora di più. Tra le canzoni da lei interpretate troviamo Space Oddity, Changes, Ziggy Stardust, Suffraggette City. E ancora, Rebel Rebel, Fashion, Fame, Let’s Dance, Heroes. L’esibizione di Lady Gaga in realtà non è stata particolarmente brillante; è parsa anzi parecchio ostentata, come ha notato anche Duncan James, figlio di Bowie. Ma in quell’esibizione è possibile leggere tutto l’amore di Lady Gaga per il suo idolo adolescenziale.

La cantante americana ricorda con queste parole il momento in cui si è innamorata dell’estetica artistica di Bowie: “quando ho visto la copertina di Aladdin Sane (un album di Bowie, ndr), avevo 19 anni e mi ha cambiato la prospettiva su tutto. È un’immagine che mi ha cambiato la vita.” Ricorda inoltre che quando ascoltò per la prima volta Bowie viveva in un piccolo appartamento e doveva tenere il giradischi sulla stufa. Ma quando è partita la canzone Watch That Man Lady Gaga ha iniziato a pensare al suo percorso artistico.

Un percorso artistico influenzato da Bowie in tutto e per tutto, a partire dal trasformismo. In una prima fase della sua carriera, l’artista britannico ha infatti interpretato Ziggy Stardust, un alieno androgino che “cadde sulla terra”. Ziggy aveva un modo di fare sgraziato ma affascinante, era truccato e aveva i capelli arancione. Era sfrontato, coraggioso, romantico, dotato di un’ironia agrodolce. A tratti grottesco. Molto simile all’immagine che Lady Gaga ha sempre dato di sé, soprattutto ad inizio carriera. Ma Ziggy Stardust potrebbe anche essere alla base della creazione di Jo Calderone, l’alter ego maschile di Lady Gaga. Jo compare per la prima volta in un servizio fotografico. Ma è nel video di You and I, singolo tratto dall’album Born This Way, che si fa conoscere.

Se Bowie con Ziggy Stardust esplorava anche la sua parte femminile, la Germanotta con Jo Calderone esplora la sua parte maschile.

Ma l’eredità di Bowie non può essere solo estetica e ideologica. L’artista britannico ha infatti avuto questa influenza così forte a partire dalla sua bravura e lungimiranza artistica. Era bravissimo nell’intercettare spunti musicali e farli propri, espanderli, rivoluzionando così l’universo musicale. Su questo Lady Gaga ha ancora da imparare.

Vi piace Lady Gaga? Conoscevate David Bowie?

Articoli Correlati