Ariana Grande: ecco perché è giusta la sospensione del Dangerous Woman Tour

di Roberta Marciano
ariana grande

Il management di Ariana Grande ha comunicato ieri la sospensione del Dangerous Woman Tour e la cancellazione delle date dal 25 maggio al 5 giugno. Il tour dovrebbe riprendere regolarmente a partire dal 7 di giugno a Parigi, ma nessuna conferma è arrivata in merito.

La sospensione del tour sembra però la soluzione più giusta dopo la tragedia che ha colpito Manchester al termine del concerto dell’ex stellina di Nickelodeon. Secondo quanto riportato da fonti vicine alla cantante Ari sarebbe distrutta dal dolore e non farebbe che pensare a tutti quei ragazzi che hanno perso la vita quel lunedì sera. Secondo quanto si legge su Entertainment, Ariana alterna momenti di tranquillità a crisi di pianto e per questo motivo è difficile dire quando si sentirà pronta ad esibirsi sul palco.

Oltre allo stato d’animo, ovviamente provato, della cantante c’è anche il fatto che Ari è stata esposta a un interesse mediatico senza precedenti. Una cosa che mai avrebbe voluto è chiaramente quella di essere associata, suo malgrado, a un evento del genere. I fan in suo supporto e degli Arianators che hanno perso la vita quella sera, hanno fatto balzare la sua One Last Time in cima alle classifiche in Inghilterra. La canzone è infatti diventata il simbolo dell’attentato, un simbolo di speranza che allo stesso tempo ha però messo sotto i riflettori la giovane Ariana.

Come si legge poi dallo statement ufficiale, Ariana e il suo team avevano bisogno di prendersi un attimo di pausa dopo aver vissuto un’esperienza così segnante e anche per portare rispetto all’intera popolazione di Manchester.

Secondo noi, l’idea di fermare il Dangerous Woman Tour è corretta per tutti i motivi sopra elencati. La cantante ha si cancellato parte del tour, ma probabilmente riprogrammerà successivamente le date.

Cosa ne pensate della decisione di Ariana Grande di sospendere il Dangerous Woman Tour?

Articoli Correlati