Al cinema con "Coraline e la porta magica"

di admin

Coraline è un’avventura meravigliosa ed elettrizzante, divertente e piena di suspense che combina l’immaginazione visionaria di due super fantasisti – il regista Henry Selick (Nightmare Before Christmas) e lo scrittore Neil Gaiman (Sandman) – e fa onore e ridefinisce due tradizioni cinematografiche. E’ un film d’animazione stop motion e, primo ad essere concepito e fotografato in 3-D stereoscopica, diverso da tutto quello che il pubblico abbia mai visto prima.

 [ Guarda la photogallery in fondo all’articolo: le bellissime immagini di Coraline ]
 
Coraline Jones, che per l’occasione ha la voce di Dakota Fanning, è una bambina di undici anni esuberante, determinata, curiosa e avventurosa e molto matura per la sua età. Lei e suoi genitori (Teri Hatcher, John Hodgman) si sono appena trasferiti dal Michigan in Oregon. Sentendo la mancanza dei suoi amici e trovando i suoi genitori sempre occupati con il loro lavoro, Coraline cerca di trovare qualcosa di eccitante da fare nel suo nuovo ambiente. Fa amicizia con – o, come la vede lei, è infastidita da –un bambino della sua età, Wybie Lovat (Robert Bailey Jr.); e va a fare visita ai suoi vicini più grandi, le eccentriche attrici inglesi la Signorina Spink e la Signorina Forcible (Jennifer Saunders e Dawn French) e l’ancora più eccentrico russo Signor Bobinsky (Ian McShane). Dopo questi incontri, Coraline dubita seriamente che in questa sua nuova casa ci possa essere qualcosa di davvero intrigante per lei … e invece c’è.

Un altro mondo

Coraline scopre in casa una porta segreta. Attraversandola e avventurandosi in un corridoio misterioso e spaventoso, scopre una versione alternativa della sua vita e della sua esistenza. All’apparenza questa realtà parallela è molto simile alla sua vita vera – ma è decisamente migliore. Gli adulti, inclusa la premurosa Altra Madre (anche lei con la voce di Teri Hatcher), sembrano molto più accoglienti con lei. Qui Coraline è al centro dell’attenzione – anche di quella del misterioso Gatto (Keith David). Lei comincia a pensare che questo Altro Mondo sia forse quello a cui appartiene veramente. Ma quando la sua meravigliosa, fantastica visita diventa pericolosa e l’Altra Madre fa piani per tenerla lì, Coraline mette insieme tutto il suo ingegno, la determinazione e il coraggio per ritornare a casa – e salvare la sua famiglia. 

Curiosità dal film

• Le pantofole a forma di scimmia (monkey) che porta l’Altro Padre fanno riferimento a Monkeybone di Henry Selick.
• Il tuorlo d’uovo che l’Altra Madre rompe in una scodella ha le sembianze del protagonista di Nightmare Before Christmas Jack Skellington.
• I dischi nello studio dell’Altro Padre sono album del gruppo del figlio di Henry Selick Harry, The Rockets, e della band del regista The Sharks, più il capo animatore Travis Knight come “Chilly T”.
• I giornali con i quali è incartata la bambola di Coraline ha sopra le foto del cane e del cavallo del supervisore alla costruzione degli ambienti Bo Henry.
• I grandi magazzini Linden prendono il nome dal line producer Harry Linden.
•  La Signorina Forcible e la Signorina Spink si conoscono da decenni – proprio come le donne che prestano loro la voce, il duo comico Dawn French e Jennifer Saunders.
• La libellula ha la voce della figlia di Teri Hatcher, Emerson.
• Il figlio di Henry Selick, George, presta la sua voce a uno dei bambini fantasma.
• L’altro figlio di Selick, Harry, presta la sua voce a uno degli amici di Coraline della foto che si anima nell’Altro Mondo.
• Henry Selick ha ambientato il film a Ashland, in Oregon – posto scelto per il suo rinomato festival shakespiriano che sarebbe stato di grande interesse per le due vecchie ‘attrici’, le Signorine Forcible e Spink –  prima di sapere che si sarebbe trasferito in Oregon per realizzare Coraline alla LAIKA..

Leggi anche: il cartone "Up" apre il Festival di Cannes

 

Articoli Correlati