The Crown 3 – Netflix: 5 motivi per non perdersi la terza stagione

di Elisa Baroni
the crown

Da oggi è disponibile su Netflix la terza stagione di The Crown 3. Questi nuovi episodi raccontano uno dei periodi più politici della vita di Elisabetta II. Abbiamo visto il primo episodio che si caratterizza per eleganza, suspense e dramma (scopri una breve recensione). La serie è molto amata dal pubblico ecco cinque buoni motivi per non perdersi i nuovi episodi!

#1 Il cast. Nella terza stagione di The Crown gli attori sono cambiati. Olivia Colman interpreta in modo emozionante la protagonista Elisabetta II. La rende elegante, determinata, austera ma riesce anche a svelare sempre il lato umano. Al suo fianco Tobias Menzies prende il posto di Matt Smith nei panni del principe consorte. Non dimentichiamo poi Helena Bonham Carter che commuove impersonando la complicata e infelice principessa Margaret. Il resto del cast poi non fa rimpiangere niente delle passate stagioni.

#2 La sceneggiatura. Ironia, discorsi solenni, psicologia dei personaggi ben scritta tutti ingredienti che permettono al pubblico di conoscere e amare i vari personaggi. Impossibile non immergersi nelle situazioni. I discorsi tra Wilson e la Regina fanno riflettere non solo sulla politica ma su quello che significa essere un’istituzione come la monarchia.

Scandali, tragedie, intrighi politici e drammi familiari 

#3 Le musiche. La colonna sonora ogni volta accompagna in modo perfetto le situazioni. Ci sono momenti solenni, ritmi più veloci in situazioni di intrigo o pericolo. L’inno che accompagna la tragedia di Aberfan nel terzo episodio è commovente.

#4 L’umanità dietro ai reali. The Crown racconta le difficoltà, le responsabilità e il peso della corona. Tuttavia, lascia sempre spazio anche al lato umano. La fragilità di Margaret di essere l’eterna seconda per esempio. Le difficoltà a esternare le emozioni di Elisabetta II. La frustrazione di Carlo nell’accettare gli ordini della sovrana e i tentativi di far sentire la sua voce. Insomma, a quotidianità che spesso dimentichiamo.

#5 La storia. Guardare la terza stagione della serie Netflix significa anche immergersi nella storia socio-politica inglese degli 60/70.  La guerra fredda con i suoi intrighi politici, tentativi di colpo di stato, tragedia come quella di Aberfan e il nazionalismo gallese sono alcuni dei temi più appassionanti.

E voi, avete già iniziato la terza stagione di The crown?

Articoli Correlati