Ribelli

di admin

Ponyboy ha quattordici anni, ma sa da tempo quanto sia difficile la vita: per lui, per i suoi fratelli e per tutti gli amici della banda di Greasers che ogni giorno devono guardarsi le spalle dai Socs, la banda rivale.

Quando Johnny, il suo migliore amico, lo salva da una loro imboscata, uccidendone uno, Ponyboy lo accompagna nella lunga fuga. Dopo 5 giorni dovranno uscire allo scoperto e saranno costretti a guardare in faccia la dura realtà, che per alcuni dei ragazzi avrà risvolti tragici.

Ambientato nell’America degli anni ’60, il romanzo affronta temi importanti, come l’amicizia (uno dei valori più importanti per la banda dei Greasers), la solitudine, la giustizia e il disadattamento.

I ragazzi sono l’espressione di una generazione che vive sulla propria pelle le nette divisioni tra classi sociali e i pregiudizi su coloro che sono considerati gli sbandati che vivono "nella parte sbagliata della città" (i Greasers). Un libro che può far riflettere sui mille risvolti della violenza giovanile e indurrà il lettore a prendere esempio da Ponyboy e i suoi amici, poiché, nonostante siano dei teppisti, dimostrano di avere un cuore e dei sentimenti. Le esperienze vissute li portano a capire che per risolvere i problemi non bastano i soldi e che i veri valori della vita non sono il denaro, la macchina sportiva o i vestiti firmati, come pensano i Socs (i benestanti, gli "snob").

Recensione di: Martina Comollo

Autore: Hinton S.
Casa editrice: Piemme
Genere: Narrativa
Pagine: 247

Articoli Correlati