L'ultimo giorno di scuola, tra gavettoni e scherzi originali

di admin

Inizia il countdown per la desiderata fine della scuola! Siete già in fibrillazione per l’arrivo dell’estate ormai alle porte? Nell’aria già si sente il primo sapore del mare, del sole e del divertimento. Basta scuola, basta studio. Diamo il benvenuto alle vacanze che, ormai, non fanno più stare nella pelle!

Ma prima di andare nel dolce letargo estivo, manca da festeggiare l’ultimo giorno di scuola; il più spassoso di tutti tra feste, canti, recite, musica e un gradito buffet di dolci e salatini. Ci sono scuole che si mettono di gran lena per preparare una festa con i fiocchi, altre che invece preferiscono qualcosa di rappresentativo senza sbilanciarsi troppo. In molti si lanciano alla pazza gioia per fare i preparativi finali. Chi organizza tornei di calcetto o pallavolo, chi si impegna in una simpatica recita di fine anno o in balli di gruppo o chi, più comodamente, resta direttamente a casa o "bigia" con le amiche facendo una festa fai-da-te. Le iniziative sono tante e tutte all’insegna del divertimento!

In giro per l’Italia

Ecco alcune tra le feste più pazze che esistono, altro che canti, balli o quant’altro; la festa per alcuni è solo a base di freschi gavettoni! A Torino, l’anno scorso, i ragazzi si sono dati proprio un bel da fare per trascorrere un pomeriggio all’insegna della prima degustazione estiva. Così, l’ultimo giorno di scuola lo hanno trascorso con ciabattine e costume da bagno. Centinaia di ragazzi si sono dati appuntamento in centro Torino festeggiando con musica a tutto volume e distribuzione di bibite. Balli, sole, gavettoni (e scivoloni) e canti per sfogarsi di tutto il nervosismo accumulato durante l’anno scolastico, come testimonia lo striscione 3msc trasformato in 3 mesi senza classe!
La scuola a Firenze invece, qualche anno fa, ha celebrato il grande giorno con una battaglia a suon di uova, farina, Ketchup e immancabilmente con i soliti gavettoni. Una battaglia tenuta sotto controllo dai vigili urbani e dalla polizia.
A Milano, l’anno passato, la festa di saluti e abbracci si è tramutata in una vera e propria guerra combattuta tra gavettoni, uova, salse, farina, ketchup e arance; un vero cocktail di cibo! Ovviamente non sono mancate le lamentele dei professori che cercarono in tutti i modi di arginare i danni della festa minacciando di abbassare il voto in condotta o di passare alla perquisizione degli zaini. Ma neache questi avvertimenti sono riusciti a fermare un esercito di studenti euforici di festeggiare.
I provvedimenti della scuola di Treviso parlano molto chiaro per questo anno scolastico. Il preside della scuola di ragioneria Marco Fanno, ha dichiarato: niente gavettoni e scherzi, chi trasgredirà le disposizioni della dirigenza scolastica potrà avere conseguenze sulla pagella, e sarà denunciato chi creerà confusione e provocherà danni.

Scherzi

L’atmosfera da ultimo giorno di scuola porta a stimolare la creatività anche di quegli studenti più svogliati e appisolati se il  tema è : scherzi da fare ai professori. Quanti di voi l’hanno già fatto? Come la macchina del prof avvolta dalla carta igienica per esempio. Ma perchè no? Anche una sorpresa può essere un bellissimo ricordo di fine anno; come un mazzo di fiori accompagnato da una lettera di ringraziamenti o una dolce scatola di cioccolatini tanto per imparare a dire grazie e che, per quanto questi professori vi hanno fatto passare le pene dell’inferno durante tutto l’anno, vi hanno cresciuto e voluto bene, con loro avete riso, forse pianto, scambiato pareri e trascorso tante e importanti esperienze. Ci si augura quindi di andare in vacanza con un bel sorriso che ricordi loro e tutto l’anno scolastico appena terminato! Ecco un divertente scherzo tratto da zooscuola.com.
Mi raccomando, andateci piano con i gavettoni quest’anno e divertitevi si, ma senza esgerare o rovinare il clima della festa di fine anno! 

Immagini tratte da Flickr

Articoli Correlati