Pericolo Social Network

di admin

Chi non ha un profilo in Facebook, alzi la mano! Il boom dei -cosiddetti- "social network" è un fenomeno relativamente recente e, soprattutto, è un fenomeno di portata mondiale (FB "contiene" più di 400 milioni di utenti, ndr). Grandi e "piccini", ricchi e poveri, belli e brutti, eschimesi ed australiani: tutti (o quasi!) sanno cos’è e come funziona Facebook e -cosa ancora più importante- lo utilizzano regolarmente. Senza entrare nel merito della "bontà" o meno di FB e dei social network in generale, è evidente che questi strumenti stanno cambiando il nostro modo di relazionarci agli altri, ma questa trasformazione -tuttora in atto- è ancora piuttosto difficile da valutare. Ciò su cui attualmente si può fare una riflessione è la possibilità che esistano dei rischi derivanti da un uso/abuso di questi mezzi: ecco quali sono i pericoli dei social network.

I rischi principali

Al di là degli inutili allarmismi, è necessario tenere presente due problemi oggettivi correlati all’utilizzo dei social network. Innanzitutto, c’è un rischio relativo alla possibile perdita del controllo sui propri dati personali: questi, infatti, rimangono nella "memoria" del server anche dopo la cancellazione di un account e, soprattutto, se non sono io ad inserire i miei dati in FB potrebbe comunque essere un mio amico, qualcuno che mi conosce. Ciò accade, ad esempio, quando si viene "taggati" nelle fotografie (e magari si tratta di foto che il soggetto taggato non avrebbe mai pubblicato!). Oltre ai pericoli legati alla privacy, poi, esiste il rischio di isolamento sociale, causato da un abuso dei media in questione. Le relazioni sociali si moltiplicano all’interno dello spazio virtuale offerto da queste piattaforme tecnologiche ma, allo stesso tempo, esse diventano più labili e meno "reali". L’utilizzo "ossessivo", incontrollato di un social network come FB può portare alla spersonalizzazione dei rapporti interpersonali, i quali – non supportati da un contatto di tipo "fisico"- tendono a diventare superficiali o -addirittura- fittizi.

Gli "Aperitivi Giganti"

Un recentissimo fatto di cronaca (la morte di un 21enne, in Francia, durante un raduno organizzato attraverso social network) ha posto sotto gli occhi di tutti l’esistenza di un problema di ordine pubblico, problema derivante dalla velocità con la quale si possono progettare ed indire feste di massa tramite FB e similari. In pochissimo tempo e, come avviene per la maggior parte delle volte, sfuggendo ai controlli delle istituzioni, si possono organizzare raduni di migliaia e migliaia di persone: i social network sono strumenti straordinari per organizzare eventi! Purtroppo, però, si tratta di eventi che spesso "prevedono" delle gran bevute di massa, come è avvenuto a Nantes nel caso sopracitato. Insomma: FB non è "il Male" ma è comunque importante conoscere quali sono i rischi ai quali ci si potrebbe esporre attraverso l’uso non consapevole degli ormai "indispensabili" social network. I pericoli esistono ma, come spesso accade, possono essere scongiurati da un po’ di buon senso!

Immagine di copertina tratta da Flickr.

 

Articoli Correlati