Il muro di Berlino, a 20 anni dalla caduta la città è in festa

di admin

Oggi, lunedì 9 Novembre, Berlino e il mondo intero celebrano i 20 anni dalla caduta del muro. Per l’occasione la città si sta preparando ad accogliere più di 100000 persone che si raduneranno per commemorare l’evento già apostrofato come la Festa della Libertà. Tra le diverse manifestazioni anche un enorme domino che, attraversando la città, riprodurrà simbolicamente la caduta del muro.

Il grande domino per festeggiare la caduta del muro

Il 5 Novembre durante gli Mtv Europe Music Awards gli U2 si erano esibiti in diretta dalla Porta di Brandeburgo con un mini concerto per festeggiare l’anniversario. Bono infatti aveva esordito urlando ai fans sotto la pioggia: "Happy Birthday Berlin!". Oggi nella capitale tedesca proseguiranno i festeggiamenti, con grandi ospiti come il presidente della Commission Europea José Manuel Barroso, il Presidente del Consiglio Silvio Berluconi, il Presidente francese Nicolas Sarkozy, il premier britannico Gordon Brown ed anche Hilary Clinton. L’evento principale della giornata sarà l’enorme domino lungo 1,5 km che partirà da Potsdamer Platz fino al Reichstag. I pezzi in totale sono mille e sono stati disposti con la massima cura per riprodurre simbolicamente l’effetto della caduta del muro. I blocchi di poliestere sono vere e proprie opere d’arte create da artisti interazionali e cittadini berlinesi. Questa enorme partita di domino inaugurerà l’apertura della mostra la Galleria del Muro.

Cenni storici

Il muro di Berlino venne eretto nell’agosto del1961 e separava fisicamente e simbolicamente la Germania dell’Ovest da quella dell’Est. Inizialmente consisteva in un filo spinato che, col passare del tempo, venne sostituito da invalicabili blocchi di cemento armato. Era lungo più di 155 km ed era stato costruito per vietare ai cittadini di Berlino Est -settore sovietico- di poter passare nella parte della città appartenente a Francia, Inghilterra e Stati Uniti. Era una vera e propria linea separatoria tra comunismo e capitalismo. Durante quei 28 anni sono stati più di 5000 i tentativi di fuga da Berlino Est. C’è chi ha tentato di "superare" il confine con aerei ultraleggeri, chi invece in modo più casalingo ha tentato di scavare dei tunnel sottoranei, o chi ha addirittura costruito carrucole artigianali. Il 9 Novembre 1989 dopo settimane di disordini politici il Governo della Germania dell’Est annunciò che avrebbe permesso le visite in Berlino Ovest. Appena il comunicato venne trasmesso in diretta centinaia di persone si recarono di fronte al muro e cominciarono a scavalcarlo e ad abbatterlo. La riunificazione tedesca si concluse ufficialmente il 3 Ottobre 1990.

Guarda gli U2 che cantano sotto la Porta di Brandeburgo a Berlino!

 

Articoli Correlati