Leak di foto per Jennifer Lawrence e altre star: i commenti terribili sul web

di Francesca Parravicini

Questo è veramente un fatto brutto. Nel mondo ci sono tanti problemi, certamente più grandi di questo. Eppure ieri non ho potuto fare a meno di irritarmi terribilmente leggendo certi commenti.

Il fatto è questo: sono state leakkate su 4chan (una community nota per l’altissima livello di trolls) foto di nudo appartenenti a più di 100 celebrità, quasi tutte donne, tra le quali Jennifer Lawrence, Ariana Grande, Lea Michele, Victoria Justice. L’hacker si è introdotto nel sistema iCloud delle sfortunate, dando così le foto in pasto al web.
I legali delle star non sono certo stati zitti: se quelli di Ariana Grande hanno definito le foto “totalmente false”, quelli di Jennifer Lawrence ne hanno confermato l’autenticità, definendo il fatto “una palese violazione di privacy”.
Proprio Jennifer è ora sotto i riflettori. Perché è giovane, bella, famosa, perché ha la reputazione di essere una “brava ragazza”, una tipa simpatica: e sembra assurdo che possa aver fatto delle foto del genere. Anzi, molti le hanno dato la colpa, hanno detto che se “l’è cercata, che non sono “cose da fare”.

Ora stiamo parlando della vita privata di una persona. Una persona molto famosa certo, ma comunque una persona, che ha diritto alla propria privacy e a fare quello che vuole. Eppure la si colpevolizza in quanto umana e non si colpevolizza un hacker che ha palesemente violato la legge e l’intimità di una persona. Ancora oggi, all’alba del 2014, si pensa che una ragazza non possa essere padrona del proprio corpo, ma allo stesso tempo sia qualcosa di pubblico dominio, da esporre ad occhi sconosciuti come un bell’oggetto. La retorica della “ragazza-oggetto” esiste ancora e sembra più forte che mai: è nostro compito denunciare e combattere questo scempio.

E’ stata Lena Dunham di Girls ad esprimerlo alla perfezione su twitter: “Il modo in cui condividi il tuo corpo dev’essere una scelta. Supportate queste donne e non guardate le foto. Ricordate, guardando le foto violate queste donne. Seriamente non dimenticate che la persona che ha rubato e leakkato le foto non è un hacker; offende la sessualità.”

EDIT: anche Emma Watson ha commentato l’accaduto con un tweet: “leggere commenti che mostrano una tale mancanza di empatia è ancora peggio che vedere la privacy di queste donne violata sui social media.”

Lena-Dunham

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Emma-Watson

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Articoli Correlati