Greta Thunberg e il Fridays for Future: ecco la storia dello sciopero per l’ambiente

di Alberto Muraro

Greta Thunberg ha soltanto 16 anni ma ha già le idee chiarissime sul futuro del nostro pianeta. La giovanissima svedese è infatti finita sulle prime pagine di tutti i giornali del mondo, negli ultimi anni, per la sua lotta silenziosa contro il cambiamento climatico.

Greta è diventata celebre per le sue sedute davanti al Riksdag a Stoccolma, in Svezia con in mano un cartellone riportante la scritta Skolstrejk för klimatet (Sciopero della scuola per il clima). A partire dallo scorso 20 agosto, la ragazza ha deciso di non presentarsi più a lezione fino al 9 settembre seguente, giorno delle elezioni politiche. Con la sua scelta, Greta ha voluto mandare un messaggio chiaro al governo svedese, affinché quest’ultimo si occupasse più seriamente del cambiamento climatico, adottando politiche più incisive per ridurre le emissioni di anidride carbonica.

Proprio dalle sue rimostranze, quest’oggi, è stato indetto a livello globale una giornata di sciopero studentesco per il clima, il Fridays for Future.

Grazie a Greta Thunberg, in queste ultime ore, migliaia e migliaia di studenti in tutto il mondo hanno deciso di non andare a scuola per far sentire la propria voce ai governi dei rispettivi paesi. Qui sotto, a titolo esemplicativo, trovate alcune delle immagini della manifestazione a Milano.

Nonostante la sua giovane età, Greta Thumberg, oggi, è candidata al Nobel per la Pace 2019, che verrà assegnato il prossimo 11 ottobre. In Italia, fra i supporters della protesta di Greta anche il nostro Marco Mengoni. Proprio di recente, l’artista è diventato l’ambasciatore italiano del National Geographic per la campagna di sensibilizzazione sull’uso delle plastiche monouso, che stanno creando sempre più problemi al nostro ambiente.

 

Il Fridays for Future è stato ricevuto, per fortuna, in modo estremamente positivo da parte delle nostre istituzioni. A riguardo, il Ministro dell’Ambiente Sergio Costa ha commentato:

La voglio chiamare manifestazione e non sciopero. Questi ragazzi non perdono tempo, ma lo investono.

 

 

Che cosa ne pensate della storia di Greta Thunberg?

Articoli Correlati