Fedez e J-Ax – Comunisti col rolex: la recensione di GingerGeneration.it!

di Alberto Muraro

Quando Fedez e J-Ax si sono messi per la prima volta a fare musica insieme in occasione di Vorrei ma non posto avevamo avuto la chiarissima sensazione che ci fosse qualcosa di grosso, se non persino di enorme, che stesse bollendo in pentola. La conferma, definitiva, è successivamente arrivata con la pubblicazione di Assenzio, collaborazione con Stash e Levante (due artisti rappresentanti di generi completamente diversi) e successivamente di Comunisti col rolex, il singolo che avrebbe dato il titolo ad un progetto ambizioso ma allo stesso tempo impeccabile. Perché l’album, parlandoci chiaro, è una vera e propria bomba.

Certo, verrebbe da dire che i due artisti (non chiamateli rapper, al massimo “cantautori 2.0”) hanno deciso di giocare facile, costruendo 16 tracce che, detta fuori dai denti, sono tutte potenziali singoli straordinariamente orecchiabili, diretti e perfetti per diventare inni generazionali da pubblicare su Facebook come se non ci fosse domani.

Comunisti col rolex è, in effetti, costruito per un pubblico estremamente ampio e variegato e contiene al suo interno sonorità fra le più disparate: J-Ax e Fedez, infatti, tentano la strada del punk rock teen in Pieno di stronzi e Musica del cazzo, strizzano l’occhio al pop internazionale dal sapore soul in Cuore Nerd (con Alessia Cara) e L’Italia per me (con Sergio Sylvestre), sfociano nella modernissima trap in Fratelli di Paglia e nell’ancor più gigiona moombathon (à la Major Lazer) nelle già citate Assenzio e Vorrei ma non posto. Non è però la varietà il vero punto di forza dell’album.

Ciò che rende unico Comunisti col rolex è la sua straordinaria ironia e la capacità (assolutamente voluta) di far parlare di sé, nel bene o nel male: più che di rime vere e proprie, ormai quasi assenti dai testi di Fedez e J-Ax, tutto si gioca sulle assonanze, sui riferimenti “social” e sulle frecciatine ai personaggi famosi o ai tormentoni del web, senza però perdere mai l’attenzione sul vero significato “profondo” del messaggio che si cerca di veicolare, quello di un Italia troppo spesso schiava di preconcetti e stereotipi.

Con la sua immediatezza, Comunisti col rolex è già diventato un piccolo grande classico del suo genere: si tratta di un disco indubbiamente furbo ma allo stesso tempo perfetta cartolina dell’attuale situazione in Italia, sia dal punto di vista socio-politico ma anche e soprattutto da quello di vista musicale. Alla fine dei conti, tutti i nostri artisti (anche chi fa buon viso a cattivo gioco) sono pur sempre schiavi della “solitudine dei numeri FIMI” con la differenza che Fedez e J-Ax non sembrano fare proprio nulla per nasconderlo.

 

Ascolta in streaming Comunisti col rolex!

Che cosa ne pensate di Comunisti col rolex di Fedez e J-Ax?

Tracklist

  1. Assenzio feat. Stash e Levante
  2. Comunisti col Rolex
  3. Il giorno e la notte feat. Giusy Ferreri
  4. Senza Pagare
  5. Fratelli di paglia
  6. Tutto il mondo è periferia
  7. Milano intorno
  8. Vorrei ma non posto
  9. L’Italia per me feat. Sergio Sylvestre
  10. Musica del cazzo
  11. Piccole cose feat. Alessandra Amoroso
  12. Cuore Nerd feat. Alessia Cara
  13. Anni Luce feat. Nek
  14. Meglio tardi che noi feat. Arisa
  15. Allergia feat. Loredana Bertè
  16. Pieno di Stronzi

Articoli Correlati