Charli XCX: la recensione del concerto a Milano

di Roberta Marciano

Energia pura e una ventata di aria fresca. Non ci sono molti altri modi per descrivere il concerto di Charli XCX a Milano che, anche se in un raccolto Fabrique, ha saputo conquistare il pubblico e far scatenare tutti.

Un inno alle comunità LGBTQ per quella che è considerata una vera e propria icona. Un’ora e mezza di entusiasmo contornati dall’ingresso di alcune Drag Queen del panorama milanese che si sono scatenate sul palco insieme alla cantante e ad alcuni fortunatissimi fan.
Il concerto si è aperto con un ringraziamento di Charli ai suoi fan e a tutti gli artisti che hanno collaborato al suo nuovo album, tra cui Lizzo e Troye Sivan. Poi il via alle danze con Next Level Charli, il modo perfetto per iniziare un nuovo capitolo e il tour.

Charli XCX mette in mostra il suo talento e la vena creativa, puntando molto sulle canzoni del nuovo album e poco sui suoi singoli di successo. Non aspettate di sentire Boom Clap, Fancy o Break The Rules perché la nuova Charli punta tutto a ciò che è meno commerciale ma più ricercato e lo dedica al suo pubblico.

Chiude però con alcuni dei suoi ultimi brani più celebri come Boys, 1999 e la super popolare I Love It come le Icona Pop.

Ecco alcune foto dal concerto di Charli XCX

View this post on Instagram

C^2

A post shared by Nikolin Lasku (@laskunikolin) on

View this post on Instagram

❤️

A post shared by ITI Ferrara / 16 (@chiara.reggia) on

 

E voi eravate presenti alla data di Milano di Charli XCX? 

Articoli Correlati