Alberto Urso: audio, testo e significato di Non sono più lo stesso

di Giovanna Codella
alberto urso

Giovedì 31 ottobre, esce su etichetta Polydor (UMI), Il Sole ad Est, secondo progetto discografico del tenore e polistrumentista Alberto Urso. A partecipare al progetto tra gli altri Ermal Meta, Giordana Angi, Kekko Silveste e Briga che, innamorati della purezza e del talento di Alberto, hanno scritto per lui alcuni brani del nuovo album del giovane tenore.

Il brano Non sono più lo stesso, con sonorità pop rock, racconta un amore arrabbiato, un uomo innamorato che si sente di essere cambiato completamente per non aver affrontato il suo amore con sufficiente coraggio.

Audio 

Testo

Bacia prima tu, ridi prima tu
scusa tanto se non riesco ama prima tu
Tu che sai guardare il mondo con stupore
e trovi sempre un senso nella gente e nelle cose
lasciati guardare, lasciatelo dire
io da quel giorno non mi sento più lo stesso

Eppure se mi guardo in uno specchio non son poi così diverso
O forse non è quello, o forse è che son pazzo dei tuoi occhi
così pieni di luce così veri e così in grado di salvarmi
Avrei voluto dirti tante cose e invece

Il tempo non lo fermi, io m’inventavo i giorni
cercando di trovare un senso a tutti quei discorsi
che facevamo insieme e che sembravan veri
veri come la tua pelle e come le tue mani
Poi il gioco del silenzio, che lo sappiamo bene
chi chiama prima perde e preferisce sprofondare
ma lasciatelo dire a costo di sbagliare
che dal quel giorno non son più lo stesso

Eppure se mi guardo in uno specchio non son poi così diverso
O forse non è quello, o forse è che son pazzo dei tuoi occhi
così pieni di luce così veri e così in grado di salvarmi
Avrei voluto dirti tante cose e invece e invece

E invece non ho avuto mai il coraggio
e invece sono il solito codardo
Ma sappi che ti auguro ogni bene
con questa stupidissima canzone

Io non sono più lo stesso

Articoli Correlati