Addio a Mark Salling: le reazioni del cast di Glee alla morte dell’attore

di Alberto Muraro

Mark Salling non c’è più. L’indimenticabile Noah “Puck” Puckerman di Glee si è tolto la vita lo scorso 30 gennaio,  impiccandosi come Chester Bennington e Chris Cornell. La notizia, inizialmente riportata da TMZ, è stata confermata in pochi minuti anche dal legale di Salling, entrato rapidamente in contatto con la rivista People.

La storia di Mark Salling si conclude così nel più tragico dei modi. Di recente, l’attore si era reso protagonista di una vicenda che aveva lasciato il mondo intero, e i fan di Glee in particolare, senza parole. L’interprete, classe 1982, era infatti stato accusato di possessione di materiale pedopornografico: ad ottobre, l’attore aveva ammesso di aver scaricato più di 50.000 immagini a carattere erotico e pornografico sul suo laptop e una dose aggiuntiva di 4000 foto e 160 video di pornografia minorile su una chiavetta drive.

 

In funzione dell’ammissione di colpa, per Mark Salling si sarebbe prospettata una carcerazione di circa 7 anni, a fronte di 20 anni di pena teorica.

La morte di Mark Salling ha immediatamente scaturito le reazioni, molto toccanti, del cast di Glee, la serie diretta da Ryan Murphy che l’ha portato al successo. Soltanto 5 anni fa, gli attori della serie erano stati costretti a dare l’ultimo saluto al collega Cory Monteith, che in Glee interpretava Finn Hudson.

???

A post shared by Matthew Morrison (@_matthew.morrison_) on

 

Qual è il ricordo più bello che avete di Mark Salling?

 

Articoli Correlati