X Factor, ecco gli "inediti" dei semifinalisti

di admin

In attesa di vedere la semifinale di X Factor – ancora non è stata annunciata  la data ufficiale  in cui verrà trasmessa su Rai Due – i quattro finalisti del talent-show hanno risposto in diretta alle domande dei critici in studio a "X-Factor-Il Processo" e hanno svelato al pubblico quali saranno i brani inediti e le cover in cui si esibiranno durante la penultima puntata del programma. Ad essere rimasti in gara sono Juri e Daniele per la categoria ’18-24′ capitanata da Simona Ventura, Matteo per la categoria degli ‘Over 25’ capitanata da Morgan e i The Bastard Sons of Dioniso per i ‘Gruppi vocali’ di Mara Maionchi. In attesa di sapere chi finirà al ballottaggio e quindi chi saranno i tre finalisti di questa edizione di X Factor conosciamo meglio Juri, Matteo, Daniele e i The Bastard Sons of Dioniso attraverso ciò che hanno detto durante "X-Factor- Il Processo".

Juri
Seppur sia entrato a programma già iniziato, in occasione della quinta puntata, Juri ora è entusiasta di avercela fatta a superare il ballottaggio che lo ha visto protagonista con Noemi (poi eliminta da Mara Maionchi) e a "X-Factor-Il processo" lo conferma. "Penso di aver fatto una buona esibizione, senza errori gravi" ha detto il cantante facendo riferimento alla prova disputata contro Noemi. Essere giunti alla semifinale non significa essere solo più vicini al premio in palio ma soprattutto avere la possibilità di portare sul palco un pezzo che sia inedito e questo Juri lo sa bene. Quello che Juri ha scritto di suo pugno e che ha definito come una ‘ballata romantica’ è intitolato "Mi fai spaccare il mondo".

Matteo
Anche lui giunto in semifinale ha voluto rivelare qualcosa di più al suo pubblico. E alla domanda su quale sia il segreto che sta dietro alla tranquillità che rivela ogni volta che sale sul palco di "X Factor" lui risponde: "Cerco di sfogare tutta la mia tensione prima del palco parlando e scherzando con gli altri ragazzi. Me l’ha insegnato Morgan". Le critiche di chi definisce il suo modo di cantare un po’ "vecchio" non lo scalfiscono e ripromette di far cambiare idea a tutti proprio con l’inedito intitolato "Impossibile" che martedì prossimo porterà sul palco di X Factor.

The Bastard Sons of Dioniso
Non sono mai finiti in ballottaggio entrando nel cuore dei giovanissimi attraverso le loro esibizioni in stile punk-rock. Ma il loro sogno, più che essere quello di vincere "X Factor" sembra invece essere quello di continuare la loro carriera fuori. "Una volta usciti vorremmo produrre dei buoni dischi che arrivino a conquistare più persone possibili. La cosa certa è che non faremo solo il genere in cui ci esibiamo qui ad X Factor" ha detto Jacopo. Intanto i Bastard Sons hanno finito di incidere l’inedito in cui li vedremo cimentarsi martedì 7 aprile ed intitolato "L’amor carnale".

Daniele
Appartenente insieme a Juri della categoria ’18-24′, di fronte alle telecamere di "X Factor-Il Processo" smentisce le critiche di chi lo vuole ‘antipatico’ proponendo le faccette e la mossa col collo che lo hanno contraddistinto nel corso delle puntate del talent-show di Rai2. "Non sono antipatico ma mi ci è voluto un po’ per adattarmi alla famiglia di X Factor. Se la gente mi ha voluto in semifinale, però, penso che abbia recepito la tranquillità con cui sto vivendo questo momento" ha detto Daniele. Ancora dispiaciuto per non aver potuto portare martedì scorso sul palco di X Factor la canzone "A me me piace ‘o blues" di Pino Daniele, a causa della decisione presa dalla sua caposquadra Simona Ventura, Daniele ne approfitta e ne canticchia una strofa scatenando il pubblico. Ora bisognerà vedere come se la caverà nell’inedito da lui stesso scritto ed intitolato "No".

Chi arriverà in finale? E chi riuscirà a portarsi a casa i 300 mila euro in contratti discografici? Per saperlo non vi resta che seguire la prossima puntata  – vi aggiorneremo sulla data e l’ora su Gingergeneration.it – e la finalissima di lunedì 13 aprile (spostata per l’occasione su Rai1).

Leggi anche: X Factor, Noemi eliminata

Articoli Correlati