Why Don’t We: ecco la video intervista di GingerGeneration.it alla boy band!

di Alberto Muraro

I Why Don’t We, la band formata da Daniel Seavey, Zach Herron, Corbyn Besson, Jonah Marais, e Jack Avery, è stata qualche giorno fa nuovamente ospite dell’Italia ! La boy band statunitense ha infatti visitato Milano per presentare la versione italiana di 8 Letters, il loro disco di debutto.

8 Letters è stato preceduto da un trio di brani popolarissimi, “Hooked“, “Talk” e, più recentemente, dalla sua title track. Le canzoni hanno raccolto collettivamente oltre 43 milioni di stream su Spotify da soli a meno di 3 mesi prima della pubblicazione di oggi. I loro video, inoltre, hanno registrato altre 38 milioni di visualizzazioni su YouTube.

Con oltre 200 milioni di streams in tutto il mondo, oltre 23 milioni follower su Instagram, e visualizzazioni su You Tube che superano i 200milioni, con oltre 2 milioni di subscribers in poco più di un anno, l’arrivo degli Why Don’t We sulla scena pop è stato senza ombra di dubbio uno dei debutti più importanti degli ultimi tempi.

Con un approccio innovativo e non convenzionale nei confronti della pubblicazione di nuova musica e un’interazione costante con la loro sempre più estesa fanbase, il prolifico gruppo – i cui componenti hanno età che variano tra i 17 e i 20 anni – ha fatto uscire quattro EP in poco meno di un anno.

GingerGeneration.it ha avuto la fortuna di incontrare i membri della band proprio a pochissime ore dalla pubblicazione del disco e dall’incontro con le fan al Mondadori Store di Piazza del Duomo, a Milano. I ragazzi, che soltanto pochissime ore prima si trovavano in concerto a Londra, non hanno perso nonostante la stanchezza tutta la loro ironia e ci hanno raccontato, fra una battuta e l’altra, del loro rapporto con il fedelissimo fandom italiano.

Qui sotto trovate il video della nostra video intervista esclusiva con i Why Don’t we: avete già ascoltato 8 letters?

 

Why Don't We - Intervista esclusiva

Articoli Correlati