Tron: Legacy, un’avventura digitale

di Laura Boni

Il cinema non è mai stato così spettacolare: il nuovo anno è iniziato in modo spettacolare con l’avventura digitale di Tron: Legacy. Il nuovo super tecnologico film Disney arriva a più di ventanni di distanza dalla pellicola originale e ritrova nel cast il premio Oscar Jeff Bridges e due giovani attori come Olivia Wilde e Garrett Hedlund. Tron: Legacy è un capolavoro di animazione digitale (anche se la trama è scontata e poco creativa), diretto da Joseph Kosinski e con la colonna sonora elettronica d’eccezione firmata dai Druft Punk.

Back to Tron

Nel 1982, quando Kevin Flynn (Jeff Bridges) rientra nel mondo reale e riprende il controllo della Encom, società che aveva fondato con il suo amico di vecchia data e socio, Alan Bradley (Bruce Boxleitner) per ognuno era chiaro che Kevin avrebbe continuato a produrre giochi popolari di successo. Ma questo è quanto è accaduto: Kevin si è sposato e ha avuto un figlio, Sam. Con Alan, ha continuato a mandare avanti l’Encom, rendendola una potente casa di viodegame. Ma di nascosto da tutti Kevin ha continuato a sperimentare il teletrasporto, visitando di frequente il mondo virtuale, di nascosto nel suo laboratorio segreto. Un giorno Kevin scompare lasciando Sam solo, senza padre e senza risposte. TRON: Legacy ha inizio vent’anni dopo. Quando un segnale cercapersone richiama l’ormai adulto Sam (Garrett Hedlund) nel gioco di Flynn, il ragazzo viene teletrasportato nel mondo virtuale dove suo padre è stato imprigionato per 20 anni.  Padre, figlio e Quora (Olivia Wilde) si ritrovano in un viaggio fra la vita e la morte, attraversando uno spettacolare universo cibernetico, un universo estremamente avanzato e pericoloso creato dallo stesso Kevin, fatto di veicoli, armi e paesaggi oltre ogni immaginazione e nemici spietati che non si fermeranno davanti a nulla pur di impedire ogni loro tentativo di fuga. I costumi del film, girato interamente in tridimensionale, sono stati progettati per esaltare gli effetti speciali, creando degli aspetti visivi senza precedenti, grazie ad un’altissima tecnologia digitale.

DYOU

In occasione dell’uscita del film la rivista di casa Disney, DYou, ha dedicato uno speciale alla pellicola, con un’inedita intervista alla bella protagonista Olivia Wilde. L’attrice di Dr House, racconta al magazine il suo speciale rapporto con l’Italia e ovviamente del suo personaggio Quora: “Lei è molto forte fisicamente, molto diversa da me” confessa “Quora saprebbe difendersi se attaccata in un vicolo buio, io in un vicolo buoi non ci entrei mai!”. Largo spazio viene anche concesso al look di Olivia nel film; definito “Tomorrow cool“, questo stile molto futuristico più essere rivisitato per una festa.

Guarda questa clip in cui i protagonisti raccontano la storia si Tron: Legacy:


Articoli Correlati