Toy Story: tutto quello che c’è da sapere prima di vedere il 4° film

di Federica Marcucci

Mancano soltanto due giorni all’arrivo di Toy Story 4 nei cinema italiani e, nonostante siamo sicuri che la maggior parte di voi conoscano alla perfezione tutta la saga, è il momento perfetto per un ripasso. Con tutta probabilità questo quarto capitolo metterà davvero la parola fine alla storia degli amatissimi giocattoli Pixar dopo il capitolo tre, con cui tutti consideravano ormai chiuso il capitolo Toy Story.

Nel nuovo film dopo l’addio a Andy, Woody e gli altri si troveranno a fare i conti con una nuova vita nella cameretta di Bonnie. Tuttavia, per quanto la bimba sia una padroncina eccezionale quanto lo fosse Andy, tante sono le loro domande per il futuro. In particolare tutto cambierà durante un viaggio di famiglia on the road in cui Woody dovrà prendersi cura di Forky – un nuovo giocattolo creato da Bonnie. In quest’occasione incontrerà anche la sua vecchia amica Bo Peep.

Il film uscirà nei cinema italiani il 26 giugno. Nel frattempo ecco qualche curiosità sulla saga che dal 1995 ha conquistato milioni di spettatori in tutto il mondo.

Tutto quello che c’è da sapere su Toy Story:

  • CIFRE DA CAPOGIRO

Ogni film ha registrato incassi record al box office; il terzo capitolo è il 18° film con gli incassi maggiori della storia del cinema. In totale la saga ha totalizzato $1,9 miliardi nel mondo. Un successo che ha spinto la Pixar a realizzare diversi special televisivi dal 1996 al 2014.

  • L’IDEA:

L’intero universo di Toy Story si basa sull’idea che i giocattoli siano esseri senzienti, capaci non soltanto di parlare e muoversi ma anche di sentimenti. Quest’idea fu lo sviluppo naturale di una serie di esperimenti narrativi di John Lasseter. Il più famoso di questi è il corto Tin Toy (Oscar 1988), in cui dei giocattoli prendono vita.

  • WOODY E BUZZ:

Il processo di caratterizzazione di Woody e Buzz è stato lungo, e ha visto alternarsi diverse versioni dei personaggi – sia dal punto di vista grafico che concettuale. Inizialmente Buzz avrebbe dovuto somigliare al pupazzo “one-man-band” di Tin Toy; tuttavia l’idea fu giudicata troppo antiquata e presto sostituita dalla caratterizzazione del personaggio a tema spaziale. Woody invece nasceva come pupazzo ventriloquo, ma la sua prima versione fu giudicata troppo cattiva e inquietante dunque modificata.

  • I GIOCATTOLI:

Molti dei giocattoli presenti nella saga sono realmente prodotti, o stati prodotti, da importanti case produttrici. Basti pensare a Barbie e Ken, ma anche il cane a molla Slinky, Mr. e Mrs. Potato e i soldatini. Inizialmente la Mattel non voleva concedere i diritti di Barbie convinta che il film sarebbe stato un fiasco; non a caso la bambola entra nel cast nel secondo episodio.

  • BO PEEP:

Bo Peep è il personaggio a cui Toy Story 4 dedica gran parte della trama. La pastorella, smarritasi per errore, sarà però molto diversa da come ce la ricordiamo. Nella produzione del primo film gli animatori si ispirarono a un celebre personaggio di una canzone per bambini “Little Bo Peep”.

Ovviamente le curiosità non finiscono qui. Lo sapevate che c’è un furgoncino Pizza Planet in ogni film Pixar? Non ci resta che scoprire che cosa accadrà in questo nuovo film.

Andrete al cinema a vedere Toy Story 4?

Articoli Correlati