Saluta, Andonio! – quando il tormentone diventa hit musicale

di Claudia Lisa Moeller

“Saluta, Andonio!” così incita un ragazzotto paffutello al papà. Mentre si sta riprendendo il figlio incoraggia il papà a salutare gli ipotetici e possibili spettatori della rete. Il padre non capendo e non prestando attenzione al monologo del figlio non reagisce affatto al pomeriggio di pazzi divertimenti del figlio. Un giro ad un noto ipermercato, un po’ di stupefacenti con gli amici e via.

La cosa più triste è che non è nemmeno un fenomeno trash il ragazzo protagonista del tormentone. La sua parlata marcatamente del Sud non ispira simpatia, semmai derisione. Sembra che l’unico che non l’abbia capito sia proprio il ragazzo che non solo ora incide “hit” da 2 milioni di click, ma ora farebbe anche serate. Il suo manager sostiene che le discoteche se lo contendono a colpi di € 1000 a serata.

 

Come qualcuno commenta sotto la nuova hit dell’estate (speriamo di no!): “La cosa ci è sfuggita un po’ di mano…” E così è forse davvero andata: da una battuta pronunciata senza alcuna malizia ne è nata una serie di tormentoni. Ecco, ora, la canzone per tutti i fan di “Saluta, Andonio!”.

Non è il primo “tormentone” musicale che questa estate 2017 propone. Già Enrico Papi ha fatto dell’autoironia sul suo urlo di battaglia “Mooooseca”, sull’autoironia del giovanotto però nutriamo qualche dubbio. Il nuovo talento del web ripete nastro il suo tormentone: “Saluta, Andonio!”. E per variegare aggiunge anche un: “Buona seeeera!” con forte accento cosentino. Non si può dire che gli manchi l’inventiva al ragazzo…

Tra ospitate in discoteca, cameo da guest star (Volare di Rovazzi e Morandi) e video da milioni di click ecco che “Saluta, Andonio!” spopola. Ora anche gli adulti si apprestano ad invocare il Signor Andonio perché saluti il figlio. Tra una serata e un video potrebbe il giovanotto guardarsi “Funny Girl” con Barbra Streisand. La protagonista era ossessionata che tutti ridessero con lei, anziché di lei…

E tu cosa ne pensi della nuova hit e del successo di “Saluta, Andonio!”?

Articoli Correlati