Luca Jurman vi insegna a cantare con Voacl Classes – L'evoluzione del canto

di admin

Dal 29 Aprile nelle librerie è possibile acquistare "Vocal Classes – L’evoluzione del canto", primo libro di Luca Jurman, il vocal coach più famoso d’Italia. Un vero e proprio percorso guidato attraverso la tecnica del canto moderno, spiegando il suo metodo rivoluzionario, che torva continue conferme nei recenti successi dei suoi allievi più noti. GingerGeneration.it l’ha intervistato cercando di capire meglio com’è nata l’idea di cimentarsi in un’opera letteraria.

Intervista a Luca Jurman

Questo libro è rivolto ad un pubblico esperto o a chiunque?
E’ un punto di chiarimento per tutti, ero stufo di tutte le confusioni in merito al canto, questa pubblicazione per me era molto importante.

Il libro è dedicato ad Alex Baroni, ti va di raccontarmi che rapporto avevate?
Faccio difficoltà a toccare questo argomento volentieri. Ci siamo conosciuti a 18 anni, è l’allievo che ancora oggi prendo come riferimento per la passione e la dedizione che ci ha messo.

Ho letto che il primo pianoforte l’hai smontato parecchie volte, è una cosa curiosa. Come si smonta un  pianoforte?
Smontare dalla "carrozzeria", mi piaceva tenerlo aperto, toglievo tutte le parti che coprivano i meccanismi. Io volevo sentirne il suono puro, senza cassa fonica, tutt’ora sono molto pignolo sul suono dei pianoforti.

C’è un paragrafo di approfondimento sul rapporto con il palcoscenico, da piccolo ne eri terrorizzato, ora come va?
Il palco lo vivo come una vera casa. E’ la possibilità di poter comunicare delle sensazioni al pubblico, vivere sul palco vuol dire fare qualcosa per gli altri. Se non lo faccio non sto bene. Da piccolo ho avuto un piccolo trauma con il palco poi con il tempo ho invece imparato a colloquiare con il pubblico

Come mai hai scelto di mettere per iscritto le tue conoscenze, considerando che già sei un insegnate?
Questo libro didatticamente era pronto anche prima, però partecipando ad una trasmissione televisiva sono stato bloccato. Ma questa esperienza poi mi ha convinto ad aggiungere altre parti nel libro per spiegare anche come ascoltare un artista. Io penso che il pubblico di oggi sia molto più educato di ciò che si pensa ma c’è una parte di potere che lo vuole tenere diseducato. Io sono comunque dalla parte del pubblico

Da questo libro si scopre che hai creato 19 jingles per la Coca Cola quale ti è piaciuto di più?
Amavo Amici Friends che è il primo importante, tutt’ora continuo a collaborare per alcuni spot pubblicitari, mi piacciono gli spot dove la musica trascina il video perchè io sono del parere che la musica si debba prima sentire e poi la si può anche vedere.

Articoli Correlati