Lady Gaga: Recensione, scaletta e video del Joanne World Tour al Forum di Assago

di Alberto Muraro

Io sono la tua famiglia”. Sono queste le parole che  Stefani Joanne Angelina Germanotta in arte Lady Gaga ha voluto dedicare ai suoi fan in occasione dell’unica tappa italiana del suo Joanne World Tour, svoltasi poche ore fa al Forum di Assago. Al netto di qualche eccesso di retorica, l’artista si sente per davvero parte di una grande famiglia. Anzi, per meglio dire, la cantante è la Mother Monster di migliaia di “piccoli mostri” pronti a strapparsi i capelli per lei in qualunque occasione.

Perfect Ilusion! #ladygaga #joanneworldtour #joanne

A post shared by Ginger Generation (@gingergeneration) on

Poco importa se Lady Gaga decide di indossare un paio di Armadillo shoes di Alexander McQueen o un ben più sobrio cappello rosa a falda larga. È irrilevante che scelga di puntare sul pop da classifica, sul’elettronica spinta, o sul country-folk. Lady Gaga è e rimarrà per sempre un’icona, un punto di riferimento, un faro nel buio per tutti quei giovani in crisi per la propria sessualità che vedono nel principio del Born this way (“nati cosi”) un faro di salvezza colorato in un mare di oscurità.

Lo show proposto al Forum di Assago dall’artista è dunque un compendio di tutte le sue anime, da quella commerciale che le ha permesso di schizzare in cima alle classifiche a quella ben più intimista del suo ultimo, sorprendente disco Joanne. Un mix che di certo lascia i brividi in quanto a capacità vocale e interpretativa, ma che forse manca un pochino di inventiva ed emozione.

Just dance! #ladygags

A post shared by Ginger Generation (@gingergeneration) on

Il Joanne World Tour è uno spettacolo costruito in atti. Come ormai da tradizione del pop al femminile, ognuna delle sezioni ha uno stile ben preciso ed è inframezzato da suggestivi visual proiettati sui maxischermi che servono all’artista per cambiarsi d’abito. Qualcosa di molto, molto simile, è stato fatto di recente anche dalla nemica/amica Madonna, da Beyoncé e da Miley Cyrus.

Bad romance! #ladygaga #joanneworldtour

A post shared by Ginger Generation (@gingergeneration) on

Più che essere una vetrina promozionale di Joanne, tuttavia, il tour è anche e soprattutto una celebrazione di 10 anni di carriera a dir poco eccezionali: nella scaletta troviamo tutti i più grandi successi di Lady Gaga, da Poker Face a Bad Romance, passando per Telephone, Alejandro e Applause. Gaga si sposta dal palco principale ad un palchetto centrale insieme ai suoi ballerini cavalcando bizzarre piattaforme appese, avvicinandosi al suo pubblico per i brani voce e piano più intensi. Il momento migliore, in questo senso, è rappresentato dalla versione voce e piano (da brividi) di Edge of Glory, interpretata in maniera magistrale.

Per il resto, tutto fila liscio e secondo i piani. Lady Gaga incendia il palco sulle note di John Wayne, si scatena con la coreografia del capolavoro Bad Romance, racconta delle sue origini italiane e della storia della sua famiglia, si commuove per la defunta zia Joanne. proietta arcobaleni gay-friendly su Born this way.

Lady Gaga canta Million Reaons ! CONCERTONE! #joanneworldtour #ladygaga

A post shared by Ginger Generation (@gingergeneration) on

L’unica qualità che manca al Joanne World Tour, insomma, è l’effetto sorpresa. Non c’è nulla, o quasi, che non sia già stato visto. Manca il pezzo più rischioso (The Fame Monster e Born this way, in questo senso, offrono terreno fertile), manca il colpo di scena, manca il castello del The Born This Way Ball e il mostro che appare da dietro le quinte di Paparazzi. Manca insomma, giusto un pochino di pepe, un ingrediente da sostituire ai più classici glitter e palloncini, dei quali ormai ne abbiamo già abbastanza.

Qui sotto trovate i video più belli che abbiamo fatto ieri sera al Joanne World Tour di Lady Gaga ad Assago: c’eravate anche voi?

Scaletta Lady Gaga Joanne World Tour Forum di Assago 18 gennaio 2018

Act I

Diamond Heart

A-Yo

Poker Face

Perfect Illusion

Act II

John Wayne

Scheiße

Alejandro

Act III

Just Dance

LoveGame

Donatella
(acapella)

Telephone

Act IV

Applause

Come to Mama

The Edge of Glory

Born This Way

Act V

Bloody Mary

Dancin’ In Circles

Paparazzi

Act VI
Angel Down

Joanne

Act VII

Bad Romance

The Cure

BIS
Million Reasons

Photo Credit:  Jason Merritt 

Getty Images.

Articoli Correlati