Lady Gaga e Tony Bennett incantano il pubblico di Umbria Jazz. FOTO!

di Federica Marcucci

“Forse vi sarete domandati perché io sia qui…”, queste le parole della pop star internazionale Lady Gaga sul palco di Umbria Jazz, sul quale si è esibita insieme a Tony Bennett presentando l’album Cheek to Cheek. Tutto esaurito, centinaia di fan in delirio e altrettanti che, rimasti fuori, hanno provato a godersi un po’ di quello che è stato un spettacolo sui generis e dal notevole livello musicale. Lady Gaga in questa veste jazz non solo ci è piaciuta, ci ha fatto letteralmente impazzire. Senza troppa presunzione la ragazza ha approcciato un genere che non è il suo, ma col quale è cresciuta, in modo consapevole e originale, da vera artista non si è snaturata mettendo da parte la sua personalità. Cantare gli standard del jazz significa fare i conti con una tradizione che si regge ancora sulle spalle di giganti del passato e noi crediamo che questa parentesi nella carriera di Lady Gaga non sia una semplice “manovra”, come molti hanno detto malignamente, ma molto di più.

Lasciando da parte le numerose critiche che sono state mosse al duo, Tony Bennett e Lady Gaga sono bravi. Lui ultimo della generazione dei crooner, alla soglia dei novant’anni, è sempre sorridente e non sbaglia una nota, lei si muove sul palco con fare da star e intrattiene il numero col suo fare autoironico e allo stesso tempo da star. I fan in delirio cercano di attirare l’attenzione della cantante con i numerosi “Ti amo Gaga!”, ai quale lei risponde divertita con qualche parola in italiano.

I due aprono il concerto insieme cantando il classico di Cole Porter Anything Goes e per tutta la durata dello show si alternano tra pezzi solisti e duetti, per finire con It Don’t Mean A Thing: il pubblico in delirio si riversa sotto il palco osannando i due interpreti e ballando sulle note del complesso jazz. Infiniti i cambi d’abito di Lady Gaga, quasi un vestito per ogni canzone, che ha sfoggiato un guardaroba sofisticato in linea col genere, senza rinunciare al suo stile. Teneri quando i due alla fine del concerto si abbracciano e chiedono al pubblico applausi, per “Gaga” e per “Tony”. Gaga è riuscita a far ascoltare un po’ di jazz ai giovani… e il mitico Tony Bennett l’ha capito prima di tutti.

Qualcuno di voi era al concerto di ieri sera?

Guarda un video tratto da concerto di Gaga e Bennet:

Lady Gaga Tony Bennett from Ginger Generation on Vimeo.

Articoli Correlati