La ragazza che giocava con il fuoco

di admin

“La ragazza che gioca con il fuoco” è il nuovo capitolo sulla saga scritta da Stieg Larsson nelle sale italiane dal 25 settembre. Il premio episodio, “Uomini che odiano le donne” era uscito a maggio con grande successo di pubblico e di critica. Un film avvincente in cui i due protagonisti, il giornalista Mikael Blomkvist e la hacker Lisbeth, si trovavano a indagare su una donna scomparsa da ormai quarant’anni.

Un film al femminile
“La ragazza che gioca con il  fuoco” è incentrato sul passato misterioso di Lisbeth. Magrissima, con pierging e tatuaggi; presentata come violenta e dal carattere difficile ma intelligente e bravissima a infiltrarsi nei computer degli altri.
In questa nuova inchiesta, il giornalista Mikael Blomkvist sta preparando un servizio sul traffico internazionale di prostituzione. Quando sta per pubblicare i nomi dei responsabili, tre persone legate all’indagine vengono uccise e i delitti si ricollegano tutti a Lisbeth. Mikael si mette allora alla ricerca della ragazza cercando di anticipare la polizia e un misterioso giovane che spunta dalla storia passata della nostra protagonista in nero.
Tra i due film c’è stato un cambio di regia e questo episodio, filmato da Daniel Alfredson, risulta più lento e meno fedele all’originale. Chi però ha visto “Uomini che odiano le donne” avrà sicuramente molte domande in sospeso che possono essere risolte solo guardando questo seguito.

I libri dietro alla macchia da presa
I due film sono fedelmente tratti dalla trilogia Millenium dello scrittore svedese Stieg Larsson. Nel mondo, i tre volumi hanno venduto più di dodici milioni di copie e sono stati tradotti in oltre 24 lingue. Il successo è dovuto anche al fatto che affronta un problema molto attuale e, purtroppo, diffuso: la violenza sulle donne. In Svezia, per esempio, il 46% delle donne al di sopra dei quindici anni è stata vittima di uno stupro. Larsson è stato (è morto per un attacco cardiaco nel 2004) un femminista convinto oltre che un giornalista esperto in organizzazioni di estrema destra. Per questo suo pericoloso interesse politico non ha mai potuto sposare la donna della sua vita per la paura di mettere in pericolo la vita di chi amava. Oggi, il portatile dello scrittore è tra le mani della compagna e sembra contenere il quarto capitolo della serie…

Articoli Correlati