Keira Knightley, la duchessa della semplicità

di admin

Quando si pensa ad una calciatrice viene in mente solo un nome. Quando si pensa ad una piratessa ecco che si pensa di nuovo a lei. Parliamo di Keira Knightley, l’attrice che in questi giorni è sugli schermi dei cinema italiani con "The Duchess".

Carriera
A soli 23 anni, la giovane attrice inglese vanta già film con grandi del mondo del cinema, dall’apparizione in "Star Wars Episode I"(1999) al grande successo in "Sognando Beckham" (2002), dal ruolo di Elisabeth Swann a fianco dei bellissimi Johnny Depp e Orlando Bloom nelle trilogia dei "Pirati dei Caraibi"  (2003 – 2007) fino al ruolo di protagonista in "Espiazione", pellicola d’apertura della 64esima mostra del cinema di Venezia (2007).

Dopo tutto, da due genitori già impegnati nel cinema (il papà era attore e la mamma sceneggiatrice) non poteva che nascere una star, candidata, tra l’altro, ai Golden Globe e agli Oscar poco più che ventenne per la sua interpretazione in "Orgoglio e pregiudizio" (2005).
Per vederla di nuovo sullo schermo, dopo "The Duchess", sarà necessario aspettare l’uscita in Italia di "The edge of love" e di "Last Night". Attendiamo invece il 2010 per vedere Keira Knightley in tutte le sale cinematografiche con "Re Lear" in cui recitano, tra l’altro grandi attori come Anthony Hopkins, Gwyneth Paltrow e Naomi Watts.
Secondo quanto pubblicato dal giornale Mirror, Keira interpreterà il seguito de "La febbre del sabato sera", che dovrebbe intitolarsi "The fever returns" e la vedrà  recitare nuovamente accanto a Orlando Bloom.

Curiosità
Nonostante la fama, Keira affrerma di non essere cambiata molto ed è forse questo il motivo del suo grande successo col pubblico: è una ragazza semplice, tifosa del West Ham United di cui, lavoro permettendo, segue ancora le partite seduta al bancone dei pub.
Recentemente, Keira ha dichiarato di sentirsi stupida per non essere iscritta all’università e progetta di frequentare corsi a distanza conciliabili con i suoi impegni di attrice. Tutto fa pensare che Keira sia una persona modesta, quasi una ragazza della porta accanto, potremmo dire.

Magrezza o Anoressia?
Non mancano, però, i lati oscuri dell’attrice 23enne, che è stata identificata anche come icona di bellezza grazie allo sguardo luminoso e al fisico filiforme, quasi da teenager. Scelta da Chanel come testimonial del profumo Coco Mademoiselle (ruolo passato poi a Emma Watson, la streghetta di Harry Pottter), proprio per la sua magrezza, Keira è stata più volte indicata come anoressica, in particolare da quando, nel 2006, un paparazzo la immortalò in bikini, scoprendo un corpo magrissimo e ossuto. La giovane Keira, che allora aveva 21 anni, si è però sempre difesa, svelando che l’anoressia è una malattia che conosce molto bene, poiché sia la nonna, sia la madre ne sono state vittime, ma chiarendo di essere diversa da loro e in buona salute.
Proprio perché consapevole delle sofferenze causate dall’anoressia, l’attrice si è detta favorevole ad un dibattito pubblico sulla malattia: "Trovo che sia giusto che se ne parli. Non dico che non ci siano persone nel mondo del cinema che non ne soffrano. Ma io non faccio parte di queste".

Guarda il trailer di "La duchessa"

Articoli Correlati