Juri, il diamante grezzo di X Factor 2

di admin






É entrato alla quinta puntata del programma, vincendo, grazie al televoto, la possibilità di restare nella squadra dei cantanti tra i 16 e i 24 anni, capitanata da Simona Ventura. Ha sbaragliato gli altri due aspiranti concorrenti, Claudia Macori e le Miss Sunshine, e ha vinto il televoto del pubblico: la stessa cosa che era successa l’anno scorso niente meno che a Giusy Ferreri.

La storia di Juri
Juri  Malgiolo canta da quando aveva tredici anni ed è un autodidatta sia come cantante che come musicista (suona basso, pianoforte e chitarra). Tutto quello che sa l’ha imparato sul palco: prima di X Factor 2 suonava nei locali della sua città, Brescia e un’occasione importantissima l’ha avuta a Lucca, dove è stato chiamato per aprire un concerto di Alicia Keys.

Un curriculum di tutto rispetto per un ragazzo di 23 anni, costruito giorno dopo giorno con l’obiettivo di fare della musica il suo vero lavoro, lasciando finalmente in un cassetto il diploma di grafico pubblicitario. Il palco di X Factor 2 per Juri è l’occasione della vita: “perchè non è soltanto una vetrina, ti permette di lavorare attivamente con professionisti e a 360° nella tv”, così scrive nel suo blog.

Come è nata la passione per la musica in Juri? Guarda il video



Il "diamante grezzo" della Ventura

Definito il “diamante grezzo” per la sua voce naturale, non virtuosa e tecnica – come, per intenderci, il raffinatissimo Daniele Magro – ma ruvida e piacevole, la Ventura l’aveva lasciato fuori  proprio nelle ultime selezioni del programma, promettendogli però che non l’avrebbe perso di vista. Detto, fatto: il 10 febbraio Juri ha esordito con uno dei suoi cavalli di battaglia, "Drops of Jupiter" dei Train, emozionando Dj Francesco e mettendo d’accordo – per una volta – Mara Maionchi, Morgan e la Ventura sulla sua capacità vocale. Il più freddo è stato il Pirata Morgan, che ha giudicato il suo modo di cantare certamente piacevole, ma “già sentito”.

Finora Juri è sempre uscito vittorioso dalle puntate serali, interpretando "Virtual Insanity" dei Jamiroquai, "Viva la vida" dei Coldplay, "Wherever you will go" dei The Calling (di cui ha scritto anche una parte del testo in italiano), "Goodbye stranger" dei Supertramp e infine "Beautiful" di Christina Aguilera di cui lui stesso, improvvisandosi paroliere, ha scritto una versione italiana.

Per ora l’avventura di Juri continua. In bocca al lupo!

Leggi anche: The Bastard Sons of Dioniso: identikit

Guarda l’esibizione di Juri con "Drops of Jupiter"

Articoli Correlati