#IStandwithTaylor: celebrità e il web dalla parte di Taylor Swift

di Laura Boni
taylor swift parigi

Taylor Swift ha scelto di non tacere ed il mondo sembra essere dalla sua parte. Stamattina ci siamo svegliati con un nuovo capitolo della saga Taylor Swift Vs Scooter Braun e Scott Borchetta e le cose sembrano diventare sempre più surreali.

Taylor, che si sta preparando a ricevere il premio Artista del Decennio, ha confessato che i due imprenditori, che ora possiedono i diritti sulla sua musica, le vogliono impedire di cantarne le sue canzoni vecchie dal vivo.

Della querelle, noi di GingerGeneration.it vi avevamo parlato in modo molto approfondito nel nostro Ginger Podcast, che vi invitiamo a recuperare su Spotify qui sotto.

Ecco la traduzione della lunga lettera che Taylor Swift ha scritto ai suoi fan:

Ragazzi, di recente è stato annunciato che gli American Music Awards mi renderanno omaggio come Artista del decennio alla prossima cerimonia. Avevo in programma di esibirmi con un medley delle mie hit nel corso di questa decade allo show. Scott Borchetta e Scooter Braun adesso hanno deciso che non ho il permesso di presentare le mie vecchie canzoni in tv. Il motivo? Sostengono che io dovrei ri registrare la mia vecchia musica, prima di poterla suonare di nuovo, il prossimo anno.

Inoltre, e questo non è il modo in cui avrei voluto darvi la notizia, Netflix ha creato un documentario sulla mia vita negli ultimi anni. Scott e Scooter hanno proibito l’utilizzo della mia vecchia musica o dei video delle mie esibizioni per questo progetto. anche se nel film non si fa riferimento a loro o alla Big Machine Records.

Taylor Swift ha poi proseguito scrivendo:

 

Scott Borchetta ha detto al mio team che mi permetteranno di utilizzare la mia musica solo se farò le seguenti cose. Se accetto di non registrare nuovamente copie identiche delle mie canzoni il prossimo anno (cosa che ho il diritto di fare e che non vedo l’ora di fare) e se io e il mio team smetteremo di parlare di lui e Scooter Braun.

 

Sento che condividere quello che mi sta succedendo potrebbe cambiare la consapevolezza che gli altri artisti hanno e aiutarli ad evitare situazioni simili. Questo messaggio che mi stanno mandando è molto chiaro.  Fai la brava bambina e stai zitta. O ti puniremo.

 

Tutto questo è sbagliato. Nessuno di questi due uomini ha scritto le mie canzoni. Non hanno fatto nulla per creare il rapporto che ho con i miei fan. Quindi ecco perché ho bisogno del vostro aiuto.

Per favore, fate sapere a Scott Borchetta e Scooter Braun cosa ne pensate di tutto questo. Scooter gestisce anche molti artisti che hanno a cuore gli altri colleghi e il loro lavoro. Per favore, ho bisogno del loro aiuto. Spero che possano mettere un po’ di sale in zucca a questi uomini che stanno facendo i tiranni su una persona che vuole solo suonare la musica che ha scritto. Chiedo aiuto in particolare al gruppo Carlyle, che ha contribuito alla vendita della mia musica a questi due soggetti.

 

Vorrei solo poter presentare la MIA musica. Ecco tutto. Ho cercato di risolvere tutto privatamente attraverso il mio team, ma non sono stati in grado di venirne a capo. Per come stanno le cose ora la mia performance agli Ama’s, il documentario su Netflix e i miei altri eventi in programma, almeno fino a Novembre 2020, sono a rischio.

La risposta delle altre celebrità e del web:

Il sostegno da parte sua degli altri artisti che di tutto il popolo del web è arrivato molto velocemente. L’hashtag #IStandwithTaylor infatti è in cima ai trending topic di Twitter.

Sia Halsey che Gigi Hadid hanno subito commentato la lettera di Taylor chiedendo che la Big Machine Records le permetta di suonare la sua musica.

I fan:

Articoli Correlati