Grey’s Anatomy: la nuova stagione potrebbe parlare del Coronavirus?

di Roberta Marciano
grey's anatomy

Non ci possiamo aspettare nulla di meno da una serie medical e i produttori di Grey’s Anatomy stanno pensando a un ritorno che sia il più attuale possibile. Da poco conclusasi la 16esima stagione lasciata però senza un verso finale a causa dell’emergenza Coronavirus, la 17esima potrebbe ripartire proprio dalla pandemia che sta colpendo il nostro mondo.

Le riprese della stagione numero 16 si sono interrotte proprio circa un mese fa, da qui la decisione di lasciare le cose come stanno e far concludere questa stagione senza un vero e proprio finale e ritornare direttamente con un altro anno.

View this post on Instagram

A glimmer of hope. #GreysAnatomy

A post shared by Grey's Anatomy Official (@greysabc) on

La 17esima stagione di Grey’s Anatomy parlerà di Coronavirus?

La showrunner Krista Vernoff ha così parlato di questa possibilità:

Non abbiamo ancora discusso di questa possibilità ma ci stavo pensando. Se veramente il nostro mondo cambierà nel prossimo anno, e sembra proprio che sia così, sembra che scambiarsi strette di mano e abbracci non sarà la cosa giusta da fare. Penso che sarebbe strano se il mondo di Grey’s Anatomy non riflettesse quello che sta succedendo. Ma dall’altro lato la gente ha bisogno di una via di fuga adesso. Io e il mio team di writer decideremo tutti insieme è così che lavoriamo. Certo vedere serie tv dove la gente si scambia strette di mano al momento sembra così lontano da quello che stiamo vivendo.

Cosa ne pensate della possibilità che si parli di Coronavirus nella prossima stagione di Grey’s Anatomy?

Articoli Correlati