giovane donna ministro

di admin

GIOVANE, DONNA, MINISTRO
Ritratto di Mariastella Gelmini

I giudizi su di lei sono contrastanti, e sembra non possano esserci vie di mezzo: o la si odia o la si ama. Le sue proposte destano continuamente dibattiti e proteste: solo nell’ottobre scorso tutta la penisola è stata infiammata dalle manifestazioni degli studenti di licei e università. Ma siete sicure di conoscere davvero chi è Mariastella Gelmini?

Il Ministro dell’Istruzione, Università e Ricerca Scientifica ha 36 anni, età decisamente inferiore alla media dei parlamentari italiani che si aggira intorno ai 56 anni. È questa giovane donna a occuparsi del settore che più influenza la vita dei ragazzi, cioè l’organizzazione della scuola e dell’università.
È una donna dall’aspetto severo e deciso, tanto che per la sua intraprendenza è stata perfino soprannominata “barracuda”.

Mariastella Gelmini è bresciana: nasce infatti il 1 luglio 1973 a Leno. Dopo aver studiato come avvocato specializzandosi in diritto amministrativo, a soli 21 anni entra in Forza Italia e ottiene subito molti consensi e incarichi di rilievo. La sua gavetta non è molto lunga; in meno di dieci anni passa dalla politica locale – nel comune di Desenzano e nella provincia di Brescia – ai riflettori di Palazzo Chigi.

Un passo decisivo avviene infatti nell’aprile 2005, quando entra nel consiglio regionale della
Lombardia, che si rivela un ottimo trampolino di lancio: il mese successivo é Silvio Berlusconi in persona a promuoverla coordinatrice regionale del suo partito, Forza Italia. Dalle regioni al parlamento il passo è breve: entra nella Camera dei Deputati nel 2006 per la XV legislatura, riconfermandosi poi nel 2008. L’anno scorso quindi, in seguito alla vittoria del Popolo delle libertà nelle elezioni politiche per la XVI legislatura viene nominata Ministro.    

Una donna dal pugno di ferro e di spirito infaticabile, Mariastella Gelmini. Quello che ci vuole per ammodernare il sistema d’insegnamento italiano. La donna giusta al posto giusto? Sarà il tempo a decidere!

Articoli Correlati