Festival del Cinema di Roma: aspettando New Moon

di admin

Il Festival del cinema di Roma si sta avviando velocemente alla sua conclusione, abbiamo mandato nella capitale Beatrice a seguire le varie proiezioni. Ecco qui il suo resoconto della prima parte della kermesse.

Da Clooney a Heath Ledger

Per ora il film più apprezzato dalla critica è stato Up in the air. Il protagonista è un inedito George Clooney – che si è presentato sul red carpet accompagnato da Elisabetta Canalis – alle prese con un personaggio malato di lavoro.  Nella pellicola appare anche la giovane e bravissima Anna Kendrick, la Jessica di Twilight, che ha conquistato grazie al regista Jason Reitman (già vincitore a Roma con Juno) un premio prestigioso come miglior attrice emergente che le verrà consegnato a Gennaio. Nelle prime giornate c’è stato spazio  per la commovente storia vera con protagonista Richard Gere che racconta la vita del cane Hachiko: adottato da cucciolo dal professore Parker Wilson, il cane  stabilisce con lui un legame talmente speciale che li legherà per sempre. Un film commovente, che riporta al cinema delle opere apprezzabili a qualsiasi età, e che permettono ai genitori di accompagnare i figli ad assistere ad una storia emozionante.Domenica, invece, il Festival ha reso omaggio al compianto Heath Ledger con l’anteprima di Parnassus- L’uomo che voleva ingannare il diavolo, in cui Jude Law, Colin Farrell e Johnny Depp hanno recitato per permettere al film di essere concluso e mostrare agli spettatori ancora per una volta il talento del giovane attore. Parnassus è un film in puro stile Terry Gilliam: il regista l’ha reso pieno di colore, immaginazione, divertimento ed di momenti paurosi.

I film italiani

Il cinema italiano in questa edizione cerca di ottenere un posto in primo piano grazie ad Oggi sposi di Luca Lucini. Una commedia divertente ed attuale che si avvale di un cast giovane con il sempre più quotato Luca Argentero, Carolina Crescentini, Isabella Ragonese, Gabriella Pession, e delle interpretazioni di nomi importanti nel panorama cinematografico nazionale come Renato Pozzetto, Michele Placido – in un inedito ruolo comico – e Lunetta Savino.
Presentato fuori concorso anche il film d’animazione Astroboy, in cui il doppiaggio italiano non rende merito alla nostra tradizione di doppiatori, affidandosi più al richiamo dei nomi degli attori scelti – tra cui Silvio Muccino – che al loro effettivo valore in materia.

L‘attesa per New Moon

C’è molta attesa da parte del pubblico per l’arrivo a Roma degli interpreti di New Moon, secondo capitolo della saga di Twilight (saranno presenti all’evento i Volturi Charlie Bewley, Jamie Bower e Cameron Bright e la sceneggiatrice Melissa Rosenberg) che presenteranno in anteprima un nuovo trailer e venti minuti di film, per poi rilasciare autografi a chi ha acquistato l’edizione speciale del libro da cui è tratto presso l’Auditorium.

Le polemiche

Le polemiche, però, non mancano: i fotografi nei primi giorni hanno protestato per le condizioni in cui si trovano a lavorare, mentre il direttore del Festival Gianluigi Rondi si è lamentato dell’eccessiva presenza di persone non inerenti al mondo del cinema che sfilano sul red carpet solo per avere un momento di notorietà. E’ ancora presto per fare un bilancio di questa edizione, ma la sensazione generale è che il Festival non abbia ancora trovato una sua precisa identità e che stia cercando un equilibrio tra la sua natura iniziale di Festa e la più tradizionale formula di concorso per film d’autore.

Guarda la fotogallery del Festival del Cinema di Roma

Articoli Correlati