Evelyn Storm: la giovane scrittrice sogna i Tokio Hotel come protagonisti di un suo film

di admin

Chi pensa che Evelyn Storm sia "solo" una scrittrice si sbaglia di grosso, la ragazza è ciò che nel 2010 possiamo definire artista. Disegna, canta, scrive, colora e sembra non volersi fermare mai. Noi l’abbiamo intervistata, ecco cosa ci ha raccontato di lei e dei suoi progetti.

L’intervista

Chi è Evelyn Storm?

Evelyn Storm è una ragazza poliedrica che ama scrivere, disegnare e cantare. È una fata moderna che ha vissuto diverse vite e che ora è in controtendenza con il mondo attuale dove l’apparire è più proficuo dell’essere. Il suo desiderio è quello di emergere come artista e di essere un esempio per tutti coloro che lottano per arrivare alle mete che si sono proposti, senza però cedere a nessun tipo di compromesso. 

Ci racconti come è nata l’idea del libro "I segreti di Jana Snow"?

Come "scrittrice" alle prime armi – anche se già avevo pubblicato poesie e fumetti – ho pensato di aprire un diario virtuale in cui parlare proprio di tutto: le mie sensazioni, le delusioni provate, i sogni e i miei lavori artistici. Questa almeno era la mia idea fino a quando, un giorno, sono stata scoperta da colui che è diventato il mio coautore e poi agente. Sua è stata l’idea di trasformare il mio blog in un romanzo, mischiando alla realtà molta fantasia. Insieme abbiamo donato a Jana Snow, la nostra protagonista, un passato misterioso, un futuro incerto, molti amori complicati e un finale mozzafiato, il tutto arricchito da una colonna sonora suggestiva. La stessa che ho ascoltato durante la stesura.

In questo momento a che progetti stai lavorando?

In attesa di pubblicare il mio romanzo "Grido d’amore", sto lavorando alla stesura della seconda parte. La storia che ho scritto nel primo libro di questa trilogia ruota attorno ai protagonisti: due fratellastri non di sangue. Lui, Tomas, si innamora di lei. Lei, Kyra, non lo considera proprio. Le loro vite, le loro storie, la scuola, il lavoro, i sogni, le aspirazioni… un turbinio di emozioni che spero terranno le lettrici incollate alle pagine del libro fino alla fine. 

Molte ragazze sognano di poter diventare scrittrici, e di poter pubblicare i propri lavori, tu come hai fatto? E’ stato difficile?

Con il libro "I segreti di Jana Snow", nato come "biglietto da visita" per presentare alle case editrici "Grido d’amore", il romanzo che ritengo sia il migliore dei miei, io e il mio coautore abbiamo deciso di affidarci ad una casa editrice on demand per risparmiare i tempi di attesa della pubblicazione. Questa può essere una buona opportunità per una scrittrice esordiente che voglia inserirsi nei meandri del circuito letterario, anche se , di contro, la promozione e la distribuzione sono a carico dell’autrice/ore.

Qual è il tuo sogno nel cassetto?

Parlare di un sogno solo mi sarebbe impossibile. Diciamo che vorrei diventare una professionista nei tre settori in cui sono portata: la scrittura, il disegno e il canto. Nella scrittura, in particolare, vorrei pubblicare tutti i libri che ho messo in cantiere, mi riferisco anche a quelli per bambini che ho già scritto e ad un fantasy che da un po’ occupa i miei pensieri. Ma più che altro vorrei scrivere la sceneggiatura del film tratto dal mio romanzo "Grido d’amore" con protagonisti i Tokio Hotel.

Se il mondo di Evelyn Storm vi incuriosce potete visitare il suo sito e il suo blog!

Articoli Correlati