Dark 2: la trama e la recensione di I viaggiatori, l’episodio 2×04

di Alberto Muraro

Torna finalmente su Netflix Dark! La serie cult tedesca, di cui trovate un ampio approfondimento qui, è infatti ritornata in questi giorni con una seconda stagione attesissima dai fan di tutto il mondo.

La serie è uno dei prodotti della nota piattaforma di streaming più particolari ed originali degli ultimi tempi. Contrariamente a quello che vi potreste aspettare dal titolo e dalle atmosfere, non ci troviamo di fronte ad un prodotto horror. Di certo non mancano gli elementi sovrannaturali, mescolati con spunti thriller e fantascientifici che la rendono complessa, ma allo stesso tempo molto intrigante.

Al centro della vicenda c’è la misteriosa cittadina tedesca di Winden, un luogo di provincia apparentemente tranquillo nel quale, ad un certo punto, iniziano ad avvenire delle misteriose sparizioni. Si scoprirà che molti degli eventi che avvengono a Winden sono legati ad una grotta che nasconde tantissimi segreti.

I suoi protagonisti (il giovane Jonas in particolare) dovranno affrontare una forza molto più grande di loro come il tempo, che nel corso della serie si riavvolgerà su se stesso in loop praticamente infiniti (e da molti punti di vista pericolosi!).

La trama di I viaggiatori, l’episodio 2×04 di Dark

Dopo essere entrato nella materia oscura, Jonas viene catapultato nel 1921, un’epoca da cui cercherà subito di fuggire. Purtroppo verrà fermato da Noah, che gli rivelerà una verità shockante sulla sua reale identità. Quello che possiamo dirvi, per non spoilerare troppo, è che Noah e Adam sono i viaggiatori del titolo dell’episodio. Questi ultimi sono inquietanti personaggi che viaggiano nel tempo e che stanno cercando di dare vita ad un “ultimo ciclo”.

Nel frattempo, nel presente, Katharina (moglie di Ulrich e madre di Mikkel) scopre da Charlotte, Hannah e Peter quello che sta succedendo ai suoi familiari, che per fortuna non sono morti, ma “semplicemente” trasportati in un’altra dimensione temporale.

L’altra protagonista della puntata è Claudia Tiedemann, che torna nel presente per scoprire cosa ha in serbo per lei il futuro alla centrale nucleare e quello che succederà al padre e alla figlia.
DARK

 

La recensione

Che puntata! Finalmente Dark torna a regalarci grandi emozioni con un episodio non esattamente lineare ma pur sempre più chiaro rispetto ai precedenti. Dopo tanto penare, i pezzi del mosaico iniziano a rimettersi insieme. La puntata, poi, si conclude con un plot twist che ci ha lasciato davvero senza parole!

Un unico dubbio: la storia è già abbastanza difficile, perché cambiare anche il nome a certi personaggi?

 

Che cosa ne pensate della seconda stagione di Dark?

 

Articoli Correlati