Dark 3×04: trama e recensione dell’episodio L’origine

di Alberto Muraro

Dark di Netflix è una serie che noi di Ginger Generation abbiamo imparato ad avere fin dai primissimi minuti della stagione pilota, disponibile da ormai un paio di anni sulla piattaforma.

Iscriviti subito a Disney Plus! Clicca qui!


Advertisement

Gli elementi che contraddistinguono Dark sono il suo essere affascinante e inquietante allo stesso tempo, con un elemento di complessità mica da ridere. Dark di Netflix, di recente nominata la miglior serie di tutta la piattaforma, non è infatti un prodotto per tutti.

Per comprenderla a fondo è infatti necessario armarsi di pazienza, di un bloc notes e della nostra mappa con l’albero genealogico dei personaggi. Il punto focale della serie, che per molti versi è corale, è infatti l’intreccio dei personaggi spalmati su diversi momenti temporali. Ma c’è molto di più.

 

Dark è infatti una serie tedesca, ambientata nell’ideale cittadina di Winden, che gioca molto con il paradosso temporale. All’interno di questo piccolo centro abitato c’è infatti una grotta all’interno del quale è presente un wormhole. Attraversando questo “buco nero” i personaggi passano da un’epoca all’altra, cambiando le loro sorti e quelle del mondo intero.

Esiste inoltre un’eterna lotta fra le forze del bene e del male per impossessarsi del controllo del tempo. Questo gioco al massacro, in cui pare nessuno si possa fidare di nessuno, il giovane Jonas si ritroverà suo malgrado a interpretare il ruolo dell’eroe.

 

La recensione di L’origine, la quarta puntata della terza stagione di Dark

dark

 

 

 

L’inizio è la fine, la fine è l’inizio. Ed è proprio dalla fine dell’episodio che dobbiamo partire per cercare di spiegare quest’ennesima complessa puntata di Dark 3. La Martha del futuro e del mondo parallelo invia la Marta giovane dell’altro universto e Jonas per cercare in qualche modo di fermare tutto quello che è accaduto a loro e agli altri. E, di conseguenza, per evitare l’apocalisse. Quello che ha fatto in realtà è aver spinto i due ad avere un rapporto fisico con il quale Martha finirà per rimanere incinta, dando così vita ad una sorta di nuovo ciclo. Martha e Jonas, e lo lascia bene intendere l’immagine con cui si conclude l’episodio, saranno i nuovi Adamo ed Eva. Proprio loro due, secondo Eva del futuro, saranno gli unici a poter salvare il mondo: il problema è che si ritroveranno costretti a scegliere quale dei due mondi salvare.

L’episodio si sviluppa anche su un’altra storyline, quella del passato in cui i tre uomini misteriosi con la cicatrice (in realtà la stessa persona, probabilmente il padre di Tronte) cercano di fare in modo che la centrale nucleare di Winden venga costruita. Così facendo avranno la possibilità di dare il via all’apocalisse.

La puntata, molto frammentaria, si sviluppa anche su un’altra storyline: la storia di Anna (nell’universo parallelo è Katharina) che ha una relazione clandestina con Egon Tiedemann. Relazione dalla quale, purtroppo, si ritroverà con un figlio in grembo senza averlo cercato.

 

Articoli Correlati